Bond il robot che scrive in corsivo per noi costruito con una stampante Makerbot e una penna Mont Blanc

Un robot combina una penna Mont Blanc e una stampante 3d e ottiene una macchina che scrive in corsivo per voi.
Con l’avvento e la convenienza della comunicazione web-based attraverso e-mail, messaggi di testo e WhatsApp, tweets e anche gli aggiornamenti di Facebook, le persone raramente prendono in mano una penna . In realtà la  calligrafia sta rapidamente diventando una sorta di forma d’arte antiquata  . Non c’è da meravigliarsi che tanti inviti di nozze  siano oggi stampati in caratteri che cercano di emulare scrittura in corsivo.

Naturalmente, la comunicazione è molto più facile di prima – ricordate la difficoltà di decifrare la calligrafia del medico?

Ma per le occasioni speciali una nota scritta a mano è molto più significativa rispetto a qualsiasi altra alternativa. E questo è esattamente dove Bond diventa protagonista . Non Bond, James Bond, ma solo Bond, il robot di scrittura. Questo robot è in grado di produrre splendide note scritte a mano attraverso una combinazione insolita di tecnologia di stampa 3D e penne Montblanc, e quindi è un vero concentrato di tecnologia, praticità e stile antico.

E’ molto semplice da usare. Utilizzando il sito  Bond o l’applicazione, si può facilmente comporre una nota, su carta o lettera, scegliere un carattere e compilare il destinatario. Il sistema prende tutte queste informazioni e scrive la nota scritta a mano per voi, la mette in una busta sigillata con cera e la invia per posta. E per quelli di voi che vogliono far finta d’averla scritta loro , c’è anche la possibilità di presentare un campione scrittura farlo scansionare ed emulare. I prezzi partono da soli 2,99 dollari più spese di spedizione (anche se imparare la vostra scrittura può costare fino a  199 dollari) e può essere ordinato in qualsiasi quantità.

Bene, ma come funziona? Bene l’intero setup ruota essenzialmente intorno a una stampante  Makerbot 3D, ma invece di una testa porta-utensili di estrusione di plastica, è dotata di una penna. Con  un software personalizzato per spostare la penna in modelli scrittura, questo tipica stampante 3D cartesiana scrive questa volta in 2D.

Si tratta di una configurazione estremamente intelligente ed è stata sviluppata dal fondatore Sonny Caberwal per rispondere alla moderna richiesta di doni e di e-commerce personalizzati ma fatti per la produzione di massa. Come ha detto ai giornalisti: ‘Abbiamo fatto la scelta strategica di concentrarci sulla costruzione di un tecnologia che scriva a mano, perché era più centrale al nostro obiettivo di aiutare le persone nello sviluppo delle loro relazioni personali e d’affari.’  E  si è rivelata un decisione molto fruttuosa, L’a attività ha generato un fatturato di 200 mila dollari nei soli primi 90 giorni di funzionamento, grazie ai  feedback positivi.

Originariamente basandosi su una macchina Autopen-like che era uno strumento  comune negli uffici negli anni 1940 e 1950  : Bond è stato ulteriormente sviluppata da un team di robotica, ingegneri del software e tipografi per garantire il successo competitivo su larga scala.
Come risultato, la sua scrittura ha uno stile molto naturale e umana che emula le convenzioni sociali. Così le “O” per esempio  non devono essere perfettamente rotonde, mentre la minuscola ‘t’ può anche essere scritto con un unico movimento, piuttosto che un  più efficiente stile a due tempi.

“Siamo sempre cercando di ottimizzare  la velocità di scrittura rispetto al tasso naturale di flusso di inchiostro da una penna tradizionale, e come possiamo riprogettare quella portata, aumentando la velocità di movimento della penna” ci spiega Caberwal.

Piccoli opzioni del genere, che sono stati tutte incorporate nel software e possono essere copiate dalla propria grafia, sono probabilmente  ciò che rende il robot  Bond un tale successo. Mentre tutti noi applaudiamo al progresso tecnologico, ci sembra di perdere contemporaneamente una parte della natura umana. Forse è lo stesso motivo per cui così tante persone sono attratte dalla tecnologia di stampa 3D – è l’epitome , il massimo compendio della creazione tramite computer , ma permette all’originalità umana di esprimersi.

Caberwal vede  le emozioni umane come il nucleo del suo successo. ‘ “E’ per questo che amiamo certi musicisti, alcuni attori, certi chef, e alcuni designer, perché ispirano in noi delle emozioni , e ci fanno sentire qualcosa”.

Be the first to comment on "Bond il robot che scrive in corsivo per noi costruito con una stampante Makerbot e una penna Mont Blanc"

Leave a comment