Bmw ha stampato in 3d più di un milione di componenti automobilistiche

Il Gruppo BMW utilizza la stampa 3D da oltre 25 anni e nell’ultimo decennio ha prodotto un milione di pezzi utilizzando la tecnologia. Solo quest’anno, la società prevede di stampare in 3D oltre 200.000 componenti, con un aumento del 42% rispetto allo scorso anno. E il BMW Group è appena iniziato. La società sta perseguendo aggressivamente la produzione additiva, intesa a rimanere all’avanguardia in un’industria automobilistica che sta rapidamente abbracciando la tecnologia.

“L’uso di componenti realizzati dalla produzione additiva nella produzione in serie di veicoli sta aumentando particolarmente in questo momento”, ha affermato Jens Ertel, direttore del centro di produzione additiva del BMW Group. “Stiamo seguendo lo sviluppo e l’applicazione di questi metodi di produzione avanzati molto da vicino, in parte grazie a collaborazioni di lunga data con i principali produttori del settore. Allo stesso tempo, ci stiamo impegnando nello scouting tecnologico mirato e nella valutazione di sistemi di produzione innovativi “.
Il milionesimo componente stampato 3D del BMW Group è arrivato di recente sotto forma di binario di guida per finestre stampato in 3D per la BMW i8 Roadster. Ci sono voluti solo cinque giorni per svilupparsi e sono stati rapidamente integrati nella produzione in serie. Il binario di guida, che si trova nella porta della Roadster, consente alla finestra di funzionare senza intoppi. È stato realizzato utilizzando la tecnologia Multi Jet Fusion di HP , che viene utilizzata per la prima volta nella produzione di serie di automobili. La tecnologia è in grado di produrre fino a 100 binari di guida per finestre in 24 ore. Inoltre, BMW utilizza la Sinterizzazione laser selettiva EOS e varie altre tecnologie per metallo e polimeri.

La guida per finestra non è l’unico componente stampato in 3D nella BMW i8 Roadster: non era nemmeno il primo, in realtà. Il primo era l’ apparecchio per l’attacco della capote , che era stampato in 3D dalla lega di alluminio. È più leggero e più rigido del tradizionale componente in plastica stampato ad iniezione utilizzato al suo posto. Quest’anno, la componente ha vinto un premio Altair Enlighten nella categoria Moduli.

Nel 2010 il BMW Group ha iniziato a utilizzare plastica e metallo per la produzione di una serie più piccola di componenti, come la puleggia della pompa dell’acqua per i veicoli DTM. Nel 2012, la società ha iniziato a utilizzare la sinterizzazione laser per diversi componenti per la Rolls-Royce Phantom. Mentre molte aziende automobilistiche utilizzano la stampa 3D nei loro processi di produzione, molte di queste utilizzano principalmente la tecnologia per scopi di attrezzaggio. Il BMW Group è stato uno dei pionieri nell’utilizzo della stampa 3D per parti di automobili funzionali e reali.

L’azienda ha grandi progetti per la stampa 3D in futuro. Recentemente ha iniziato a offrire diverse opzioni di personalizzazione per la BMW MINI, molte delle quali stampate in 3D. Lo scorso anno il BMW Group ha iniziato a utilizzare la stampa 3D per le guide in fibra ottica nella Rolls-Royce Dawn; Rolls-Royce ha attualmente 10 componenti stampati in 3D nella sua linea di prodotti.

È stato appena all’inizio dell’anno che il BMW Group ha costruito un nuovo campus dedicato alla produzione additiva , che probabilmente almeno in parte rappresenta il drastico aumento delle parti stampate in 3D nel corso dell’ultimo anno. I due componenti stampati in 3D nella BMW i8 Roadster sono stati progettati e prodotti presso l’Additive Manufacturing Center, tra molti altri. Il Gruppo BMW è da tempo leader nella stampa 3D nel settore automobilistico e intende chiaramente mantenere tale designazione.

Be the first to comment on "Bmw ha stampato in 3d più di un milione di componenti automobilistiche"

Leave a comment