Black Panther della Marvel e la stampa 3d

Ruth E Carter costumista del film Black Panther della Marvel  afferma in una intervista a Vogue che usa alcuni elementi nei costumi stampati in 3D.

Carter, che ha avuto una carriera prolifica a Hollywood, lavorando al film  Malcolm X (1992) e alla più recente Selma (2014) tra i molti altri, ha avuto un grande lavoro davanti a lei nella progettazione e nella creazione dei costumi di  Black Panther.

Ovviamente, Carter non ha lavorato sul costume del film da sola, ma  con una squadra di oltre 100 elementi in Sud Africa, Nigeria e Corea del Sud, oltre a sarti, produttori di gioielli e artigiani negli Stati Uniti.

Black Panther , il film, è ambientato nella fittizia nazione africana di Wakanda, attinge da molte tradizioni africane nella sua stessa mitologia. Come Carter ha dichiarato a Vogue : “Ho selezionato le cose dalle tribù indigene e le ho implementate in un modello futuristico. Poiché la cultura che il regista Ryan Coogler ha creato è unica, potrei combinare elementi di molte tribù africane, tra cui il colore rosso, la forma triangolare, gli anelli del collo e le perline, senza preoccuparmi dell’appropriazione culturale. ”

E mentre vorrei poter passare attraverso ogni singolo elemento del costume nel film (sembrano tutti fantastici), voglio concentrarmi su un particolare oggetto di costume realizzato con l’aiuto della stampa 3D.

Il pezzo in questione è parte del look della regina Ramonda (interpretata da Angela Bassett). Nello specifico, la stampa 3D è stata utilizzata per produrre il grande “mantello che le copre le spalle” indossato dalla regina. “È la leader di una nazione lungimirante che ha una tecnologia più grande che altrove, quindi il suo costume doveva essere grandioso”, ha spiegato Carter.

L’imponente accessorio sarebbe stato fabbricato su una stampante 3D di grande formato di proprietà di una società in Belgio (probabilmente Materialise ?) Ed era costituito da fibre speciali che erano stampate nella forma circolare. La corona della regina richiedeva anche alcune tecnologie all’avanguardia per la produzione, in quanto doveva essere “totalmente cilindrica”. È possibile che per il copricapo sia stata utilizzata la stessa tecnologia di produzione / tessitura additiva.

Sebbene la Black Panther sia arrivata troppo tardi per gli Academy Awards di quest’anno, Carter sta già generando attesa per gli Oscar per la stagione 2019. Se vincesse, diventerebbe la prima donna a vincere un premio per il miglior costume per un film di supereroi. Secondo  Vogue , sarebbe anche la prima donna afroamericana a vincere un Oscar per “la prima rappresentazione cinematografica di un supereroe nero”.

Be the first to comment on "Black Panther della Marvel e la stampa 3d"

Leave a comment