BIOLIFE4D Mini Ipo per creare un cuore trapiantabile stampato in 3d

BIOLIFE4D, un’azienda di tecnologia medica specializzata in bioprinting 3D e ingegneria tissutale, sta collaborando con la Northwestern University attraverso un “Laboratory Service Agreement” (LSA) firmato di recente. Attraverso la partnership, BIOLIFE4D, con sede a Chicago, avrà accesso alle strutture e alle risorse di ricerca all’avanguardia della Northwestern.

Sfruttando le strutture accademiche e di ricerca dell’università (incluso il suo laboratorio di imaging), BIOLIFE4D punta ad accelerare lo sviluppo della sua tecnologia di biostampa 3D. Il suo obiettivo finale è quello di creare un cuore umano trapiantabile utilizzando il suo sistema di bioprinting.

“Siamo onorati di avere l’opportunità di utilizzare risorse di laboratorio dalla prestigiosa Northwestern University, dove si è verificato un lavoro scientifico così rivoluzionario. L’importanza di queste risorse per un’azienda pioniera nel settore delle biotecnologie non può essere sottovalutata “, ha commentato Steven Morris, CEO di BIOLIFE4D.

“Questa è un’enorme opportunità per la nostra azienda poiché continuiamo a sviluppare la nostra tecnologia”, ha aggiunto. “Non solo ci fornirà l’accesso a laboratori di livello mondiale, ma ci consentirà anche di utilizzare le attrezzature, lo staff e le attrezzature più avanzate e all’avanguardia in questi centri di ricerca leader. Vogliamo cambiare il mondo e ora siamo più adatti a farlo. ”

La partnership arriva pochi giorni dopo che BIOLIFE4D ha annunciato che avrebbe lanciato una Regulation A + (Mini-IPO) in risposta alla convalida Form 1-A della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti.

L’offerta A + del regolamento offre a BIOLIFE4D l’opportunità di vendere al pubblico fino a cinque milioni di azioni dei suoi titoli a $ 10 per azione (con un investimento minimo di 25 azioni). L’obiettivo dell’offerta è, ancora una volta, sostenere e accelerare lo sviluppo dell’azienda di tessuti e organi bioprintessi in 3D.

In particolare, BIOLIFE4D afferma che gli investitori che acquistano più di $ 100.000 in azioni avranno l’opportunità di assistere concretamente al primo trapianto di cuore utilizzando un cuore bioprintettato BIOLIFE4D. Se avessi quel tipo di soldi, mi iscriverei.

Il processo di bioprinting dell’azienda consiste nella generazione di un modello 3D del cuore di un paziente basato su una scansione MRI, che può essere riprodotta digitalmente nella stessa forma e dimensione. Quindi, usando le cellule derivate dalla ricerca sul sangue e sulle cellule staminali del paziente, BIOLIFE4D dice che prevede di “riprogrammare” le cellule del sangue e convertirle in cellule cardiache.

Le nuove cellule cardiache (e specifiche per il paziente) verranno quindi aggiunte a uno speciale materiale bioink che viene inserito nel bioprinter. Una volta che l’organo è stato costruito usando il bioink, il cuore stampato in 3D può essere maturato in un bioreattore fino al trapianto.

Mentre sembra abbastanza semplice, BIOLIFE4D ha ancora una certa distanza da percorrere prima di impiantare il suo primo cuore stampato in 3D. È auspicabile che sia la sua partnership con la Northwestern University sia la sua offerta di regolamento A + lo aiutino a raggiungere tale obiettivo.

Be the first to comment on "BIOLIFE4D Mini Ipo per creare un cuore trapiantabile stampato in 3d"

Leave a comment