BigRep STUDIO G2

BigRep ha presentato formalmente la stampante 3D STUDIO G2 a RAPID 2019

L’evento annuale RAPID + TCT , la più grande conferenza e fiera AM del Nord America e che si tiene quest’anno a Detroit, è in genere un momento di grandi annunci su partnership, nuovi prodotti e tutto il resto. BigRep, leader della stampa 3D di grande formato, ha colto l’occasione per presentare la stampante 3D di nuova generazione nella sua linea STUDIO : lo STUDIO G2 . Con il suo design ergonomico, letto di stampa a riscaldamento rapido, doppio estrusore e involucro di costruzione chiuso da 500 x 1000 x 500 mm, è “un’evoluzione della stampante STUDIO”, mi ha detto BigRep CBO Frank Marangell allo stand dell’azienda.

“È quello che lo STUDIO vuole essere quando crescerà”.

Mentre perfettamente adatto per l’uso quotidiano, il BigRep STUDIO G2 è stato effettivamente creato per più applicazioni industriali. Con un’altezza di 1.765 mm, G2 è dotato di un letto di stampa riscaldante veloce che può raggiungere i 100 ° C e la stampante 3D può raggiungere altezze di strato anche di 0,1 mm per materiali di livello ingegneristico come PA6 / 66. Inoltre, ha anche il nuovo software di slicer BigRep BLADE proprietario.

Nello sviluppo del G2, BigRep ha rimosso alcune delle funzionalità più costose dello STUDIO originale, migliorando al tempo stesso altre, come le porte, il telaio e il meccanismo di livellamento; Marangell lo ha descritto come “fondamentalmente uno dei primi in STUDIO.” Marangell mi ha detto che il nuovo STUDIO G2 è in grado di gestire applicazioni più complesse e di livello superiore rispetto al suo predecessore, insieme a materiali di qualità ingegneristica, grazie al doppio estrusore con due 0,6 mm ugelli rubino. Questo è il motivo per cui il team di vendita si rivolge a ingegneri con requisiti di materiali specifici, come resistenza, flessibilità e resistenza alla temperatura.

Parlando di materiali, l’armadio riscaldato del filamento del G2 è anche chiuso in modo da poter gestire meglio materiali sensibili, come il TPU, e la stampante è dotata di un ugello mobile per quelli più abrasivi, come il carbonio pieno. Poiché BigRep è un’azienda di materiali aperti, il G2 viene venduto con i suoi materiali attuali, come il nylon, ma può sicuramente funzionare anche con altri. Marangell ha spiegato che è più facile introdurre materiali sul G2 che sul PRO , che è stato introdotto per la prima volta nel 2015 e che è stato anche dimostrato in RAPID.

Il PRO dispone di MXT Metering estrusore Technology BigRep, che aiuta l’estrusione di materiale ad un ritmo molto più veloce. Marangell ha spiegato che i tipici estrusori rallentano la loro velocità quando si lavora sugli angoli per eliminare i blob di materiale extra. Per “morire di fame” l’estrusore in questo modo, l’intero processo rallenta, ma la tecnologia MXT è dotato di un processo di estrusione separato in modo che la stampante non deve ridurre la sua velocità sugli angoli. La pompa volumetrica utilizzata è molto più facile da controllare nei processi additivi, motivo per cui la velocità di stampa può rimanere la stessa durante l’intera costruzione.

Be the first to comment on "BigRep STUDIO G2"

Leave a comment