Bastion Cycles e la stampa 3d

Bastion Cycles porta in casa la stampa 3D di metallo Renishaw
Il produttore di biciclette australiano è stato uno dei primi a dimostrare la fattibilità di AM per bici personalizzate ad alte prestazioni

Nel mondo del ciclismo , la società australiana Bastion Cycles è stata una sorta di faro per la produzione additiva. Sebbene non sia stata la prima a stampare parti di biciclette in 3D, l’azienda è stata una delle prime a dimostrare come la produzione di additivi metallici potesse essere utilizzata per produrre componenti funzionali per telai di biciclette commerciali e personalizzabili. Di recente, l’azienda ha portato la sua produzione AM a un livello superiore portando in casa la stampa 3D in metallo.

Bastion Cycles è stata fondata nel 2014 da Ben Schultz, James Woolcock e Dean McGeary, tre appassionati di ciclismo con la passione per l’ingegneria e l’innovazione. Insieme, hanno deciso di costruire un telaio per bici premium che non solo è stato realizzato localmente ma anche costruito utilizzando tecnologie e materiali di produzione avanzati, come titanio e fibra di carbonio.

Il risultato è stata una bici da strada ad alte prestazioni con un telaio modulare realizzato con tubo in fibra di carbonio avvolto da filamenti e alette in titanio stampate in 3D. Le alette stampate in 3D, esclusive di Bastion Cycles, sono caratterizzate da pareti sottili e struttura reticolare strutturale interna, entrambe le quali hanno contribuito al rapporto estremamente rigido tra rigidità e peso dei componenti.

Fino a poco tempo fa, Bastion Cycles faceva affidamento su servizi AM esterni (ma ancora locali) per produrre i suoi componenti in titanio. Per i primi tre anni di attività, la società ha esternalizzato la propria produzione a RAM3D , un ufficio AM con sede in Nuova Zelanda. Lì, i componenti in titanio sono stati prodotti utilizzando una stampante 3D Renishaw AM250.

In risposta a una crescente domanda per i suoi telai per biciclette personalizzati, Bastion Cycles alla fine ha deciso di portare in casa AM in metallo, per semplificare il processo di produzione. Volendo mantenere la stessa qualità di cui godeva quando esternalizzava i componenti, il produttore di biciclette decise di acquistare un sistema Renishaw AM250.

“La produzione additiva è il segreto per la personalizzazione e le prestazioni delle nostre biciclette”, ha affermato Ben Schulz, amministratore delegato di Bastion Cycles. “Con l’aiuto della tecnologia Renishaw, siamo stati la prima azienda al mondo a progettare, sviluppare, testare e commercializzare una bicicletta da strada ad alte prestazioni commercialmente praticabile utilizzando la produzione additiva, di cui siamo molto orgogliosi.

“Abbiamo scelto Renishaw per fornire un sistema AM a causa del supporto che poteva fornire. L’Australia ha un mercato AM abbastanza piccolo e Renishaw è l’unica azienda con una sede locale con personale dedicato che potrebbe portare un ingegnere al nostro sito in poche ore. Questo è un servizio prezioso per una piccola impresa come noi. “

I fondatori di Bastion Cycles hanno cercato una stampante 3D, per così dire. Secondo loro, si sono incontrati con Mike Brown, direttore generale di Renishaw Oceania, per saperne di più e testare l’AM250, ma hanno anche testato altri tre sistemi AM metallici di altri fornitori. Oltre al rapido supporto offerto da Renishaw, i fondatori sono stati attratti dall’AM250 per la sua finitura superficiale, le prestazioni dei materiali e le capacità di personalizzazione di massa.

“La tecnologia AM ci consente di progettare e produrre parti che non possono essere prodotte utilizzando i metodi tradizionali di produzione di biciclette”, ha affermato Brown. “Utilizzando il sistema AM, Bastion Cycles è in grado di progettare, prototipare e produrre alette in titanio ad alte prestazioni per i suoi telai e soddisfare la domanda dei suoi clienti.”

Per ordinare una bici Bastion Cycles personalizzata, i clienti possono utilizzare lo strumento di progettazione online dell’azienda per modificare la struttura e il design del telaio. La piattaforma online consente inoltre ai clienti di tracciare e seguire la produzione della propria bici. In genere, un telaio per bici Bastion può essere prodotto e assemblato in sole quattro settimane, ma a causa dell’elevata domanda ci possono essere tempi di attesa più lunghi. Quando la bici è pronta, viene consegnata insieme a un rapporto tecnico completamente personalizzato e una politica di crash e riparazione all’avanguardia.

Be the first to comment on "Bastion Cycles e la stampa 3d"

Leave a comment