Azoth di PSMI

La filiale PSMI collabora con RIZE per portare la produzione additiva alle culle degli attrezzi in tutto il mondo

Azoth, con sede principale nel Michigan, si occupa di trasformare i produttori di tutto il mondo da ordini su richiesta a prodotti su richiesta. Creata come sussidiaria di Production Services Management Inc. (PSMI), Azoth è responsabile dell’assistenza ai clienti nella ricerca di soluzioni in loco nella produzione additiva. PSMI attualmente lavora con 250 clienti nei loro siti produttivi, gestendo presepi per utensili (aree separate stabilite in loco per gli strumenti, di solito con gli assistenti) – con molti di questi appartenenti a noti produttori di macchine e attrezzature negli Stati Uniti ea livello internazionale.

Mentre la stampa 3D e la produzione additiva potrebbero non essere la specialità di PSMI, hanno visto la necessità di creare pezzi di ricambio rapidamente, a basso volume, e soprattutto per quelli che sono in procinto di diventare o sono già diventati obsoleti.

“Abbiamo un vuoto nella nostra catena di fornitura e vediamo davvero la produzione additiva che aiuta a colmare questo vuoto”, ha dichiarato Scott Burk, Presidente di PSMI. “Il vuoto esiste per i clienti che necessitano di pezzi speciali unici che lo strumento tradizionale e lo stampo pagherebbero un sacco di soldi perché hanno bisogno di spogliarsi e ricostruire una macchina per realizzare quelle parti. Di solito ci vogliono dalle sei alle otto settimane o più in anticipo, e il prezzo è solitamente esorbitante. “

Recentemente, Azoth ha iniziato a collaborare con RIZE , una società di Boston che ha avuto molto successo nell’aiutare i clienti con le loro esigenze nella produzione additiva, collaborando con organizzazioni come la NASA , la esercito americano , la Marina , la Merck e altro. Entrambe le stampanti RIZE ONE e XRIZE 3D sono uniche. RIZE ONE è una stampante 3D ibrida, mentre XRIZE offre un desktop a colori. E non solo stanno collaborando, ma PSMI ha scelto RIZE come primo partner tecnologico. Le parti RIZIUM ™ erano già in fornitura ai clienti entro pochi mesi e RIZE è ora considerato fondamentale per lavorare con Azoth e PSMI in progetti di produzione additiva.

“Lo staff di produzione cerca sempre di spegnere un incendio quando una linea si interrompe a causa di un guasto parziale”, ha affermato Scott. “In molti casi, questi widget sono così importanti che se uno si rompe, può inviare un’intera casa di fabbrica. Ma ora, utilizzando la tecnologia di produzione additiva RIZE, possiamo produrre su richiesta una gamma di componenti di cui hanno bisogno in quella struttura. Avere stampanti RIZE 3D sul posto può significare la differenza tra avere una parte singola o una piccola partita disponibile in otto ore rispetto a otto settimane per le parti lavorate. “

“L’uso delle stampanti 3D RIZE ci consente di aggiungere più valore ai nostri clienti e di diventare più preziosi per loro. In questo momento, qualcuno viene a uno dei nostri presepi che vogliono qualcosa e dobbiamo iniziare il processo di ordinazione. Con RIZE, non solo possiamo fornire la parte più velocemente, ma ci offre l’opportunità di lavorare con i nostri clienti sul posto per ottimizzare la progettazione di componenti speciali e personalizzati. Stiamo cambiando completamente il concetto del presepe di fornitura. “

La stampante RIZE ONE 3D è la prima ad essere di proprietà di PSMI, selezionata per la sua sicurezza, insieme ai tipi di materiali che utilizza. Queste sono considerazioni importanti a causa del rigoroso protocollo trovato nella maggior parte delle impostazioni di fabbrica. Insieme a questo, i clienti di PSMI ora godono di una serie di nuovi vantaggi, per includere:

Produzione di prodotti 50 percento più veloce
Precisione in parti complesse, con resistenza Z “best-in-class”
Basso assorbimento di umidità
Elevata resistenza chimica
Funzionalità di marcatura inchiostro per funzionalità come codici a barre, loghi, istruzioni e altro ancora
“La procedura odierna per trovare una parte legacy sta entrando in un archivio per cercare di trovare le informazioni sulla parte. Quindi, ci assicuriamo che le informazioni sulle parti siano corrette e la retroingegnerle con uno strumento e un die shop perché la società che ha realizzato la macchina e il suo pezzo di ricambio sono ormai lontani “, ha affermato Scott. “Con un codice QR incorporato nella parte stampata in 3D, posso scansionare quella parte e sapere ogni piccolo dettaglio, quale iterazione è, quando è stata l’ultima volta che è stata fatta, ecc. Tutto ciò può essere facilmente inserito in quel codice QR . Ora, quell’informazione non è mai persa. “

Attualmente, gli ingegneri Azoth sono in grado di creare articoli come i seguenti:

Stampi personalizzati in poliuretano
Modelli di perforazione
Gages
Porta pistola per torcia
Stampaggio di proiettori
Cappucci per scaffali
Supporti per pergole di precisione
pinze
pulegge

Modello di foratura con stampa 3D

“La stampante RIZE è già stata così utile”, ha detto Scott. “Abbiamo trovato molti più usi a cui non abbiamo nemmeno pensato. Saremo in testa alla curva, dimostrando il concetto di Presepe digitale con RIZE. “

A prescindere dal livello a cui stai lavorando con il design e la stampa 3D, i vantaggi sono allettanti, da una maggiore accessibilità a una maggiore velocità di rotazione, senza menzionare la possibilità di eliminare l’intermediario quando è necessario apportare modifiche, e talvolta possono esserci molti , portando a tempo esponenziale e denaro speso se non si è in controllo della produzione. Dal punto di vista industriale, tuttavia, la stampa 3D può ridurre i guadagni maggiori dai profitti e migliorare l’efficienza come mai prima d’ora. C’è anche spesso la possibilità di creare parti che non sarebbero state possibili senza l’avvento della stampa 3D e della produzione additiva.

Be the first to comment on "Azoth di PSMI"

Leave a comment