Austrocasa con RoboVAST per stampare in 3d case in argilla, calcestruzzo, ceramica e legno

Austrocasa sviluppa RoboVAST la stampante  3D che consente di stampare in argilla, calcestruzzo, ceramica e legno.

austrocasa-robovast-3d-03Lentamente, ma sicuramente, il settore delle costruzioni si sta svegliando verso le opportunità di stampa 3D. Soprattutto enormi robot di stampa 3D di cemento stanno già dimostrando il loro valore in una varietà di progetti di ricerca, con la società cinese Winsun che già stampa in 3D intere case, appartamenti e cortili. Diverse altre aziende stanno seguendo l’esempio, e proprio la settimana scorsa il gigante svizzero delle costruzioni LafargeHolcim e XtreeE una startup francese hanno  stampato in 3d il  primo elemento strutturale in Europa di calcestruzzo.

Ma la società rumena Austrocasa  sta applicando gli stessi principi di stampa 3D per altri materiali da costruzione come l’argilla e la ceramica con il loro nuovo prototipo di stampante RoboVAST 3D. Col tempo, altri materiali (come legno riciclato e plastica) potranno essere stampati in 3D sulla stessa scala, aprendo la strada per le case stampate in 3d completamente.

La società rumena con sede a Iaşi, stanno costruendo   un modello di business che si basa fortemente sulla modellazione digitale per la costruzione di case e altri edifici utilizzando materiali eco-compatibili come il legno, la fibra di cellulosa, le miscele di calcestruzzo, argilla e materiali riciclati locali. Hanno iniziato ad offrire kit di casa eco-passive in questi materiali nel 2003, ed i clienti da qualsiasi parte del mondo possono inviare i loro disegni e le preferenze prima di ricevere i kit personalizzati.

La stampa 3D è quindi il passo logico successivo, e gli sviluppatori rumeni vedono come una soluzione perfetta per i problemi logistici che sono inerenti al settore delle costruzioni di oggi. “Le imprese edili perdono soldi a causa di problemi di gestione, materiali di scarto, ritardi di costruzione, e l’alto costo di mantenimento di una forza lavoro qualificata. Gli architetti si preoccupano della limitata libertà di progettazione e se i loro piani saranno eseguite con precisione in cantiere “, dicono. “In testa a questi problemi, ci sono le barriere finanziarie e logistiche alla casa in molte parti del mondo. Per molti, l’alloggio di qualità ha un costo proibitivo. Per alcuni, la costruzione di una casa sostenibile è impossibile a causa della loro posizione remota. ”

Questi sono problemi che Austrocasa sta cercando di risolvere attraverso la stampa 3D. La loro stampante RoboVAST 3D, dicono, saprà fornire ai propri clienti una varietà senza precedenti nella scelta di opzioni della casa, nei modelli e nelle forme, accelerando la produzione per mantenere i costi più bassi possibile. “Il nostro team crede nel fornire alta qualità e  case eco-compatibili a prezzi ragionevoli”, si aggiunge. Essi potranno anche offriranno   Insulated Concrete Forms (ICF) stampati in 3d per sostituire gli ICF convenzionali. (ICF è la tecnologia costruttiva costituita da casseri o casseforme isolanti di plastica e polistirolo realizzate per costruire muri di cemento armato. Esse rimangono sul posto dopo il getto del calcestruzzo rinforzando le pareti e isolandole termicamente con ottimi rendimenti. Hanno proprietà fonoisolanti e antisismiche.I casseri possono essere modulari e permettere di costruire l’intera struttura lasciando all’interno delle pareti innalzate una cavità su cui verrà successivamente inserita l’armatura d’acciaio costituita da barre e gettato il calcestruzzo che consoliderà definitivamente le pareti. Dopo la solidificazione del calcestruzzo le forme restano sul posto. Se i casseri sono in polistirolo o comunque in materiale plastico espanso, è possibile creare delle tracce al loro interno per la realizzazione dell’impianto idraulico e dell’impianto elettrico) .

I vantaggi sono evidenti. Per cominciare, si diminuisce la necessità di una forza lavoro di costruzione costosa e altamente qualificata che prende innumerevoli ore-uomo per completare un progetto. In realtà, essi ritengono di poter ridurre i prezzi di mercato di circa il 50 per cento. Allo stesso tempo, la qualità rimane la stessa o addirittura migliorare, offrendo  una libertà di progettazione senza precedenti per la tabella. Ancora più importante, loro vedono la loro stampante 3d RoboVAST  come opzione ecologicamente responsabile, in quanto limita gli sprechi di materiale.

Tuttavia, il concetto è ancora in fase di sviluppo. La società ha sviluppato la prima stampante 3D DesignVAST all’inizio dell’estate, perciò miscele di calcestruzzo di stampa già in 3D, argilla e altri materiali da costruzione. “Il nostro team userà questa stampante per stampare modelli architettonici e testare diversi materiali da costruzione”, dicono. Allo stesso tempo, essa costituisce un modello per la stampante RoboVAST 3D, che verrà utilizzata per stampare effettivamente case da un lungo elenco di materiali.

Sulla carta, almeno, sembra che Austrocasa abbia la tecnologia e la mentalità sostenibile per rendere questo un enorme successo nella stampa 3D.

Be the first to comment on "Austrocasa con RoboVAST per stampare in 3d case in argilla, calcestruzzo, ceramica e legno"

Leave a comment