ARKit di Apple lo SDK di realtà aumentata rivoluzionario ma solo per iPhone e iPad

ARKit di Apple alimenterà la prossima generazione di applicazioni ispirate a Pokémon Go di realtà aumentata?
La Apple sivsta preparando per la pubblicazione  della sua ARKit  SDK di realtà aumentata in autunno. Quelli di DottyAR hanno messo una versione beta dello strumento in prova, a Vuforia, un AR SDK già in commercio.

Per molti consumatori di tecnologia, è iniziato tutto con Pokémon Go. Sebbene non fosse la più consistente delle applicazioni, il gioco di caccia ai mostri era la sorpresa del 2016. Molti ne parlavano, praticamente tutti lo giocavano, e apparentemente è stato il primo sguardo completo sulla realtà aumentata per il mercato di massa .

L’interesse pubblico per Pokémon Go è comprensibilmente diminuito dal suo periodo d’oro , ma il gioco è andato bene e ha gettato le basi per la realtà aumentata con lo  smartphone .

Pokémon Go (e Snapchat, ovviamente) hanno dimostrato che l’AR può lavorare efficacemente sui consumatori e hanno aperto le porte ad una serie di nuove applicazioni AR come Amikasa, Quiver, WallaMe e Ink Hunter.

Prima che l’AR diventi pienamente dominante, tuttavia, il grande esercito di sviluppatori AR deve disporre degli strumenti giusti. Con il giusto AR SDK, gli sviluppatori saranno in grado di rendere il prossimo Pokémon Go senza dover scrivere nuovamente le regole di base della realtà aumentata.

Gli SD esistenti come Vuforia, ARToolkit e ARMedia saranno presto raggiunti da un peso massimo della realtà aumentata: ARKit, è di Apple. Per il rilascio previsto a settembre, ARKit è già stato testato dagli utenti beta e i primi commenti a mezza bocca  suggeriscono che lo strumento AR potrebbe essere rivoluzionario.

Volendo testare queste voci quelli di DottyAR, un popolare viewer AR che può essere incorporato nelle pagine web, ha testato la versione beta di ARKit di Apple contro SDK Vuforia di Qualcomm ma attualmente di proprietà della società di software PTC.

Anche se è il primo giorno per ARKit, la recensione di DottyAR esprime grandi lode sullo strumento di AR che sarà presto disponibile per iPhone.

“Per i test abbiamo utilizzato l’app DottyAR a fianco di vari modelli 3D”, spiega Ajay Shah di DottyAR. ” Il nostro interesse principale era vedere se l’esperienza utente era significativamente diversa in  ARKit rispetto a Vuforia per giustificare l’ingresso sul mercato “.

Sebbene Shah e co abbiano trovato molti punti forti per l’esistenza di ARKit, cominciamo da dove Vuforia invece è in vantaggio.

Innanzitutto, ARKit di Apple ha un grande svantaggio: è compatibile solo con i dispositivi Apple. Già, che esclude il suo utilizzo su dispositivi Android e Windows, il che significa che la maggior parte degli utenti di tutto il mondo dovrà utilizzare SDK come Vuforia a meno che non decidano di passare a Apple.

Purtroppo per Vuforia, le cose migliorano per ARKit, poiché DottyAR ci dice che vince “direttamente dalla scatola” in termini di prestazioni.

“Gli iPhone 6 e superiori trovano rapidamente superfici all’interno dello spazio visibile e consentono agli utenti di bloccare modelli 3D (Oggetti Augmentati) su queste superfici”, riferisce Shah. “Gli oggetti si ‘incollano’ nella zona desiderata in ARKit perfettamente senza glitter su un piano ben definito. Vuforia non ha ancora rilasciato qualcosa di simile “.

I tester di prova pensano che questa superficie di ricerca superiore sia dovuta ad una  triangolazione superiore e agli algoritmi SLAM nello Apple SDK.

Un’altra area dei due SDK che DottyAR voleva confrontare era l’illuminazione e il realismo. In questo reparto, ARKit di Apple ha vinto nuovamente, con il suo ambiente corrispondente “così impressionante che sembra che l’oggetto sia nello stato naturale, cioè realmente di fronte a voi”.

Questo adattamento dell’ambiente regolare è sostenuto da funzionalità cool come il rilevamento e la rilevazione del viso e l’integrazione con Siri.

Performance a parte, un altro enorme vantaggio per Apple SDK è il suo costo, che è … niente. Vuforia richiede una licenza a pagamento, mentre ARKit non lo fa è gratis.

In definitiva, DottyAR si sta sbilanciando in favore dello strumento Apple AR, ma offre alcuni motivi di cautela.

“Questo articolo sembra estremamente favorevole e ottimista per ARKit, e lo è,” dice Shah. “Ma dobbiamo anche ricordare che Android equipaggia  ancora la maggior parte dei dispositivi intelligenti del mondo. Quindi, mentre Apple domina la quota di mercato USA, se si confronta a livello mondiale il rapporto si inverte. Quindi questa non è affatto la fine di Vuforia o di altri competitor, incluso Google “.

La versione beta di ARKit, descritta da Apple come “un nuovo framework che consente di creare facilmente esperienze di realtà aumentate ineguagliabili per iPhone e iPad”, è in bundle con iOS 11.

Un rilascio stabile di OS 11 è prevista entro fine settembre.

Be the first to comment on "ARKit di Apple lo SDK di realtà aumentata rivoluzionario ma solo per iPhone e iPad"

Leave a comment