Arconic la stampa 3d i grattacieli alti oltre 4 chilometri e i Jetsons

Un grattacielo alto tre miglia autopulente stampato in 3d, potrebbe essere il futuro dell’architettura

La scienza dei materiali di Arconic ha una visione del futuro che possiamo intuire guardando al passato. Ispirato al cartone animato degli anni sessanta The Jetsons (fissati per l’anno 2062), l’azienda ha proposto un nuovo concetto per un grattacielo, in grado di arrivare alle tre miglia , e che integra innovative tecniche autopulenti  grazie ai materiali stampati in 3D .

La campagna di Arconic si intitola appunto “Jetsons”, il grattacielo è stato concepito dai tecnici aziendali in collaborazione con i visionari futuristi. Immaginate di svegliarvi, aprire le tende, e guardare fuori trale nuvole. Stupefacente.

Arconic vede  tre punti principali di interesse per i loro grattacieli futuristici: facciate organiche a base di materiali stampati in 3d  da costruzione; tecnologia di rivestimento autopulente attiva; e la tecnologia protettiva ad alta efficienza energetica. Focalizzando l’attenzione su queste aree chiave, e lo sviluppo di nuovi materiali e le tecnologie per realizzarli, la società è fiduciosa che il suo concetto architettonico proposto possa diventare una realtà.

La stampa 3D, che ha aperto diverse possibilità nel campo dell’architettura, sarebbe cruciale per il futuro delle torri, in quanto potrebbe fornire un modo di progettare e realizzare complesse strutture ispirate agli organismi viventi , che potrebbero a sua volta essere ottimizzate in modo che la costruzione alta tre miglia diventi possibile. Sherri McCleary, scienziato dei materiali  ad Arconic, spiega che la stampa 3D possa essere sfruttata per creare strutture molto forti, capace di resistere ad una gamma di climi e anche a dei venti estremi.

Naturalmente, c’è ancora molto lavoro da fare, con i materiali da costruzione stampati in 3d, anche se si sta rapidamente avanzando, siamo ancora un po ‘lontani dal costruire grattacieli della scala immaginati. Attualmente, il miglioramento di detti materiali è uno degli obiettivi principali di Arconic. “Stiamo cercando di ottimizzare i materiali che possono essere stampati in 3D per dare sempre più opzioni per i progettisti e gli architetti”, ha spiegato McCleary.

Oltre alla stampa 3D, McCleary ha sottolineato l’importanza dei rivestimenti autopulenti, che funzionano contemporaneamente per purificare l’aria che circonda la struttura. Un tale rivestimento è chiamato EcoClean, che fornisce una serie di vantaggi in termini di estetica, manutenzione degli edifici, e impatto ambientale. Pubblicato nel 2011, EcoClean lavora per ridurre le sostanze inquinanti nell’ aria intorno all’edificio attraverso l’interazione tra sostanze chimiche nel materiale e la luce e il vapore acqueo dall’ambiente.

Il terzo punto di messa a fuoco, la tecnologia protettiva ad alta efficienza energetica, riguarda le finestre. L’azienda ha ideato una nuova struttura di finestra chiamata Bloomframe, che in termini più semplici, è costituita da una finestra motorizzata che può convertire un balcone aperto in una vetrata in meno di un minuto. La tecnologia per questo esiste già, ed è stato l’entusiasmo di Arconic . Bloomframe ha evidenti vantaggi in termini di prestazioni termiche e permetterebbe anche gli edifici che si trasformano, per così dire, piuttosto che essere immobili e passivia.

Oltre ai grattacieli alti tre migli , Arconic ha anche proposto automobili futuristiche volanti, aerei e veicoli di esplorazione dello spazio. Come già detto, l’ispirazione dietro la visione futuristica è in gran parte tratta da The Jetsons. Come Arconic afferma sul loro sito web, “E ‘incredibile vedere quanto The Jetsons fosse anticipatoria, prevedendo cose come gli smartwatches, i tablet e la stampa 3D; e che ci ha fatto chiedere cosa altro potrebbe esserci ancora in serbo. Macchine volanti? edifici straordinari ? ”

Be the first to comment on "Arconic la stampa 3d i grattacieli alti oltre 4 chilometri e i Jetsons"

Leave a comment