Arburg Freeformer 3D e la tecnologia brevettata Arburg Plastic Freeforming (APF)

Arburg Dimostrazione di stampanti 3D Freeformer in diretta presso il prossimo TCT Asia

La società tedesca Arburg vanta oltre 50 anni di esperienza nella costruzione di macchine per lo stampaggio a iniezione prima di entrare nel mercato della stampa 3D nel 2014 con l’uscita della sua stampante industriale Freeformer 3D . Ora l’azienda sta progettando di presentare la tecnologia brevettata Arburg Plastic Freeforming (APF) al TCT Asia del prossimo mese , che è la più grande fiera di produzione additiva in tutta l’Asia.

APF è perfetto per componenti funzionali di stampa 3D industriale, inclusi impianti medici, componenti in plastica per beni di consumo e pezzi di ricambio, ed è anche particolarmente adatto per l’uso automatizzato da parte di sistemi robotici in linee di produzione. Una caratteristica importante della tecnologia APF è che può utilizzare gli stessi granulati standard qualificati dai processi di stampaggio a iniezione, in modo da poter produrre pezzi singoli e piccoli lotti dai materiali originali in modo più efficiente, oltre a individuare gli articoli prodotti in serie.

“Il mercato della produzione additiva sta crescendo rapidamente e offre un’interessante soluzione tecnologica di produzione per completare lo stampaggio a iniezione. Con i nostri decenni di know-how nella lavorazione delle materie plastiche e i nostri due formati liberi nelle taglie 200-3X e 300-3X, offriamo soluzioni interessanti sia per gli esperti che per i nuovi arrivati ​​alla produzione additiva utilizzando il processo APF “, ha affermato Lukas Pawelczyk di Arburg, responsabile per le vendite globali della stampante Freeformer 3D.

Presso l’Arburg Prototyping Center (APC), situato nel quartier generale della società a Lossburg, più stampanti Freeformer 3D sono sempre al lavoro, producendo componenti di riferimento per i potenziali clienti; la stessa cosa accade nelle filiali mondiali di Arburg. L’azienda fa in modo che prima che un eventuale cliente acquisti uno dei suoi sistemi, esegue prove preliminari per scoprire se la tecnologia è adatta all’applicazione, al materiale e alla parte desiderata.

Il 200-3X Freeformer di Arburg include due unità di scarico per un’efficiente stampa 3D industriale, mentre il nuovo 300-3X Freeformer – quasi il 50% più grande del 200 – può elaborare tre componenti contemporaneamente, il che significa che può produrre componenti funzionali complessi, con strutture di supporto , in entrambe le combinazioni hard e soft; per essere sicuri, una capacità unica nel settore della stampa 3D.

3X si riferisce agli assi X, Y e Z, mentre il 300 nel nome indica l’area della superficie del porta pezzo in centimetri quadrati. La camera di costruzione del 300-3X ha spazio per lotti di piccoli volumi più grandi e può anche gestire parti che sono più larghe del 50% – fino a 234 x 134 x 230 mm.

Alla fiera, Arburg avrà due dei suoi 200-3X Freeformers che lavorano per elaborare PC antifiamma e materiali TPE-S medici approvati dalla FDA per applicazioni elettroniche e mediche, oltre a mostrare componenti in plastica funzionali già realizzati con materiali originali qualificati. I sistemi saranno impegnati a dimostrare come possono fabbricare parti in plastica con qualità di parte riproducibile.

Secondo Arburg, il materiale MD 12130H della medaglia TPE-S, con durezza Shore A 32, può essere elaborato solo con la stampante Freeformer 3D, e produrrà componenti medicali morbidi durante il TCT Asia. L’addizionale 200-3X Freeformer verrà utilizzato per elaborare il materiale PC approvato da aerospaziale Lexan 940, con proprietà a prova di fiamma, per applicazioni elettroniche.

Il Freeformer può anche essere collegato a un MES come il sistema di computer host ALS di Arburg, il che rende possibile l’integrazione del sistema direttamente nelle linee di produzione in rete IT. Inoltre, il sistema consente di rintracciare i parametri di qualità e di elaborare nuovamente una parte specifica.

Oltre a mettere in funzione i suoi sistemi Freeformer in diretta, Arburg esporrà anche diverse parti funzionali realizzate dalle stampanti 3D per mostrare le sue capacità. Alcune delle parti esposte includeranno fermacavi in ​​PP, soffietti in TPE elastico, dischi di prova trasparenti in PMMA e dita di presa in combinazioni hard / soft. Saranno allestite due postazioni interattive presso lo stand dell’azienda e i visitatori avranno l’opportunità di testare la durabilità e la funzionalità delle parti selezionate, come i tappi a vite in PP, gli impianti cranici realizzati con PLLA riassorbibile e una “membrana spider” sottile ed elastica realizzata dal materiale medico TPE-S.

Venite a vedere i Freeformers per te allo stand di Arburg D60 nella hall W5 al TCT Asia, che si terrà a Shanghai dal 21 al 23 febbraio.

Be the first to comment on "Arburg Freeformer 3D e la tecnologia brevettata Arburg Plastic Freeforming (APF)"

Leave a comment