Apple un brevetto per la stampa 3d a colori, ma sarà vera gloria ?

Apple ha ottenuto la concessione de il brevetto per il sistema di stampa a colori 3D

Apple ha ottenuto un brevetto approvato per una stampante 3D a colori. Gli inventori elencati sono Geoff Stahl, Software Director del Technology Development Group di Apple, e Howard Miller, un ex esperto di stampa Apple.

I brevetti non sono sempre un motivo per entusiasmarsi, dal momento che spesso suggeriscono più sulla difensiva legale che sull’autentica creatività tecnologica, ma tutto ciò che Apple fa è degno di un piccolo scrutinio, specialmente se il gigante tecnologico deposita un brevetto per una tecnologia che non ha ancora percorso.

Il 16 gennaio, il colosso tecnologico con sede in California aveva ottenuto un brevetto per un “Metodo e un apparato per la stampa tridimensionale di oggetti colorati”. Una stampante 3D a colori, in altre parole, con descrizioni di diversi processi possibili per aggiungere colore ad un Modello 3D, sia durante la fase di stampa o dopo.

Come si può immaginare, non è la proposta più specifica, e non è nemmeno particolarmente radicale – il brevetto, dopo tutto, è stato archiviato nel maggio 2014. Ma daremo a Apple il beneficio del dubbio e considereremo questo brevetto come se potesse davvero realizzarsi.

Quindi, perché Apple potrebbe voler creare la propria stampante 3D? C’è un vuoto nel mercato per un sistema di produzione di additivi colorati di grandi marche? I creatori del brevetto,  Geoff Stahl di Apple e Howard Miller, sembrano pensarlo.

“Per estendere l’uso delle stampanti 3D a più industrie e incoraggiare un maggior uso domestico, potrebbe essere desiderabile migliorare la tecnologia di stampa 3D per rendere gli oggetti più versatili e utili per un consumatore quotidiano”, afferma il brevetto.

Oggetti stampati 3D più versatili e utili? Iscriviti. Ma come? Bene, il brevetto offre tre possibili forme di realizzazione della sua proposta, ciascuna con una leggera variazione sull’idea generale. Uno comporta l’uso di un “dispositivo di memorizzazione di programmi non transitori” in grado di leggere un file stampabile 3D, applicare automaticamente il colore ad esso e inviare il codice a una stampante 3D.

Un’altra forma di realizzazione comprende una piattaforma per contenere un oggetto stampabile 3D durante il processo di stampa 3D e una “testina di applicazione del colore per lo spostamento in cooperazione con la testina di stampa 3D”, mentre la terza forma di realizzazione, forse la più vaga, propone un “computer-implementation” metodo di stampa di un oggetto prodotto su misura. ”

In tutta onestà, gli inventori del brevetto di stampa 3D di Apple hanno un pedigree. Stahl è in Apple dal 1999 ed è attualmente Direttore Software del  Technology Development Group. Miller, ora consigliere per la città di Saratoga, ha lavorato come Senior Engineering Manager presso Apple tra il 1993 e il 2016. È interessante notare che si è concentrato sulla tecnologia di stampa, essendo responsabile per il sistema di stampa OSX e il sistema di stampa iOS, nonché co- inventando AirPrint, un servizio di stampa wireless lanciato per la prima volta nel 2010.

Queste qualifiche certamente conferiscono peso alla proposta del brevetto di due possibili tipi di applicazione del colore: o durante la stampa, che corrisponde alla suddetta seconda forma di realizzazione con teste sincronizzate, o dopo la stampa, come una sorta di fase di post-elaborazione.

Ma succederà? La possibilità che Apple entri in stampa 3D rimane interessante, ma, come sempre, è meglio non eccitarsi troppo. Dopotutto, questo era solo uno dei 44 brevetti concessi ad Apple in un solo giorno.

Brevetto 9.868.254 estratto per intero:

Vengono divulgati sistemi, supporti leggibili da computer e metodi per la stampa di oggetti 3D a colori. In generale, un oggetto 3D può essere prodotto e colorato da una stampante 3D utilizzando lo stesso modello digitale 3D. Il modello digitale per un oggetto 3D desiderato può essere rivisto per includere un processo per colorare l’oggetto dalla stampante 3D. In una forma di realizzazione, ciò può comportare la colorazione dell’oggetto dopo che è stato fatto. In una forma di realizzazione alternativa, il colore può essere aggiunto mentre l’oggetto viene realizzato. Poiché il modello 3D fornisce la conoscenza della superficie, dei contorni e di tutte le coordinate dell’oggetto 3D stampato, l’oggetto può essere colorato utilizzando lo stesso modello digitale.

Be the first to comment on "Apple un brevetto per la stampa 3d a colori, ma sarà vera gloria ?"

Leave a comment