Aniwaa 3D e il primo report sulla stampa 3d il Market Watch

Aniwaa il primo report  Market Watch

Aniwaa 3d-logo-E’  ovvio che la stampa 3D è prevalente nelle principali città del mondo, da New York a Milano, ma si può essere sorpresi nello scoprire chi sta realmente utilizzando cosa chi sta innovando, e dove, e quanto hanno speso in generale. Abbiamo trovato alcuni fatti molto interessanti e alcune sorprese nella prima edizione dell’ Aniwaa 3D Printing Market Watch, che offre non solo una ripartizione di oltre 900 stampanti 3D per categoria,  tecnologia e prezzo, ma offre anche i dati sulla distribuzione globale delle stampanti 3D   per paese e regioni.

“Come forse saprete, Aniwaa è una piattaforma di stampa 3D   e abbiamo costruito una banca dati unica di stampanti 3D e scanner 3D. Questo rapporto fornisce informazioni di alto livello per il settore della stampa 3D, con un focus sui prodotti. Come sempre, ci sforziamo di essere  affidabili e completi, ” ha dichiarato il cofondatore di Aniwaa Martin LANSARD .

Con  V2, il loro nuovo sito, permettono a coloro che sono interessati al mercato di fare confronti tra i prodotti attualmente presenti nel data base e si tratta di 855 stampanti 3D, 227 scanner 3D e 105 siti e prodotti software.

Come tutti sappiamo, i numeri non mentono, per cui nonostante la crescente gamma di prodotti sul mercato e l’enorme brusio in materia di ricerca e sviluppo con i processi come bioprinting, ciò che vediamo è che è ancora tutto incentrato sull’hardware. Quasi il 60% degli utenti stanno impiegando stampanti 3D a estrusione standard, con un altro 21% che usa  stampanti a base di resine. IlBioprinting è così sottile che non ha nemmeno un numero percentuale assegnato. Ancora. la Stampa a polvere , o la stampa in metallo   hanno comela  getto di materiale numeri molto bassi.

Le stampanti desktop e le stampanti industriali sono molto usate, mentre sorprende che i kit e le penne da stampa 3D sono pochissimo usate , il che è sorprendente considerando quante volte vediamo le penne utilizzate da studenti e artisti . E quando si parla di prezzo, gli esperti hanno ragione, la maggioranza  non è disposta a spendere più di 5000 dollari. Ci sono anche numeri significativi di chi ha speso oltre 250 mila dollari, ma questo ce lo aspettavamo nell’uso industriale.

La distribuzione geografica dei produttori di stampanti sembra estremamente equilibrata, con l’Europa che vanta il maggior numero di produttori di stampanti 3D, con 84 marchi. E ‘certamente una sorpresa vedere la continua crescita della Cina con 42 produttori secondi solo agli Stati Uniti che ne hanno 66 attualmente.

C’è molto da fare nel mercato dellla scansione 3D con le continue innovazioni e i prezzi che continuano a scendere. La maggior parte degli scanner sono ancora in uso presso le sedi industriali su 235 scanner recensiti  90 costano meno di  10 dollari,  45 acquistati nel range 10 20 mila dollari  e 56 nella gamma 20 50 mila dollari

Con questa prima relazione, Aniwaa non sta tentando di fare concorrenza ai report 3dhubs o altri invece spera di integrarli.
“Siamo una piattaforma di stampa 3D prodotto-centrica e abbiamo costruito un unico database di stampanti 3D e scanner 3D”, afferma il team nella loro relazione.

Tutti i dati raccolti e l’analisi del prodotto sono molto precisi.  Le informazioni  sono raccolte direttamente dai produttori, e  il database è continuamente aggiornato con nuove informazioni.

Be the first to comment on "Aniwaa 3D e il primo report sulla stampa 3d il Market Watch"

Leave a comment