Amy Karle e HP

Amy Karle utilizza la stampa 3D nell’arte futurista stimolante

Per celebrare il mese di storia delle donne questo marzo, la società di stampa 3D HP sta mettendo in evidenza una collaborazione in corso con l’artista Amy Karle. Karle, che è nota per i suoi progetti orientati al futuro, ha adottato la stampa 3D come mezzo, usando la tecnologia e le sue capacità di progettazione per reimmaginare l’arte e creare pezzi che spingono i confini. HP supporta il lavoro dell’artista attraverso la sua organizzazione di stampa 3D e produzione digitale e HP Labs.

Amy Karle è sul nostro radar da un po ‘di tempo ormai. In effetti, i suoi lavori hanno suscitato molto interesse nel mondo della stampa 3D. Nel 2017, ad esempio, ha creato una mano bioprinted con vera pelle su di essa . Più recentemente, ha intrapreso progetti con partner di alto profilo come la Smithsonian Institution. Gran parte del suo recente lavoro ha incorporato elementi realizzati utilizzando la tecnologia di stampa 3D di HP.

“Adoro l’esplorazione e lo sviluppo offerti dalla stampa 3D: una nuova opportunità di pensiero, un nuovo modo di rimodellare ciò che creiamo e un approccio completamente nuovo all’espressione in cui i sistemi digitali, fisici e biologici sono intrecciati”, ha spiegato Karle. “La stampa 3D HP mi consente di dare vita a questa visione aprendo nuove possibilità artistiche non raggiungibili prima.”


In collaborazione con la Smithsonian Institution, Karle ha creato la serie di sculture “Rigenerazione attraverso la tecnologia”. Nel progetto Karle ha utilizzato i dati di scansione 3D del museo di un triceratopo fossilizzato per creare innovativi pezzi stampati in 3D che tracciano collegamenti tra il passato preistorico e il nostro presente. Il pezzo principale della collezione era basato su Hatcher, uno scheletro di Triceratopo di 66 milioni di anni ospitato nel Museo Nazionale di Storia Naturale – anche il primo dinosauro ad essere digitalizzato. Karle ha creato una nuova dimensione per l’eredità di Hatcher rappresentando il dinosauro usando strumenti di design innovativi e stampa 3D.

In un altro progetto, intitolato “Il cuore dell’evoluzione”, Karle ha creato una scultura che rappresenta l’aspetto che la vascolarizzazione del cuore potrebbe apparire e come potrebbe funzionare con un design migliorato. Il pezzo, che è ora esposto al Mori Art Museum di Tokyo, è costituito da una struttura a forma di cuore stampata in 3D ospitata in un bioreattore scientifico. L’opera d’arte stimolante mette in evidenza come i nostri corpi e tecnologie possono essere uniti e fa riflettere le persone su come le nuove tecnologie come il design generativo, la stampa 3D e la bioprinting possano migliorare l’umanità.

Guidare tutto il progetto di Karle è la sua missione di avere un impatto positivo sulle persone e aumentare la consapevolezza degli sviluppi sociali, politici e tecnici. L’artista utilizza molte tecnologie e processi nel suo lavoro, tra cui le stampanti HP Fusion Fusion 5200 e 580.

Be the first to comment on "Amy Karle e HP"

Leave a comment