Amphyon di Additive Works per il problema dei supporti in metallo

La parte più noiosa di molte persone della stampa 3D, a prescindere dalla tecnologia, si occupa delle strutture di supporto. Sono spesso difficili da rimuovere e, se non sono posizionati correttamente, possono rendere inutilizzabile l’intera parte stampata. Nella stampa 3D in metallo, sono particolarmente difficili. Se non sono abbastanza forti o progettati per resistere sufficientemente alla conduzione del calore, possono alterare la forma o la qualità della parte in modo negativo. Possono anche rompere, il che significa che la build deve essere fermata e rifatta interamente. Questo, ovviamente, può aumentare significativamente il costo per parte, per non parlare del tempo richiesto, specialmente se sono necessarie più iterazioni cercando di ottenere il supporto per generare il software.

Additive Works , fornitore di software di produzione additiva, sta affrontando il problema dei supporti per i processi di produzione additivi di fusione laser a letto, con il suo software Amphyon. Il software di processo guidato dalla simulazione consente l’ottimizzazione automatica dell’orientamento delle parti nonché una simulazione del processo di accumulo e l’adattamento dei dati di processo per una migliore qualità delle parti e una maggiore stabilità dei processi. Additive Works sta ora introducendo un nuovo modulo che automatizza il processo di generazione del supporto in modo tale che vengano eseguiti al primo tentativo.

Additive Works funziona con quello che chiama il principio ASAP: Assessment, Simulation, Adaptation and Process. La fase di valutazione prevede l’esame di tutti gli orientamenti di costruzione possibili al fine di calcolare gli orientamenti ottimali e le limitazioni del progetto. La simulazione integra la generazione automatica basata sulla simulazione di strutture di supporto e strumenti di simulazione rapida del processo nella catena di pre-elaborazione per garantire precisione geometrica e aumentare la stabilità del processo riducendo i costi di preparazione del processo. Nella fase di adattamento, i parametri di processo sono controllati rispetto agli aspetti termici e meccanici attraverso il riorientamento del boccaporto e l’adattamento dei parametri. La fase di processo è il processo di stampa 3D stesso, che dovrebbe andare liscio se tutti i passaggi precedenti sono stati indirizzati.

Additive Works presenterà il nuovo modulo Amphyon presso Rapid.Tech , che si terrà a Erfut, in Germania, dal 5 giugno al 7 giugno. I visitatori dello stand dell’azienda sperimenteranno dimostrazioni dal vivo e potranno vedere il modulo in azione per la prima volta. Ci saranno anche due stazioni di test in cui i visitatori potranno acquisire esperienza pratica con il software, e gli esperti di Additive Works saranno disponibili per rispondere alle domande e dare consigli su come preparare un modello per ciò che la società chiama “first-time-right” produzione di additivi.”

“Non vediamo l’ora di presentare la nostra nuova soluzione al Rapid.Tech di Erfurt. Amphyon è stato progettato per sostituire lo sviluppo guidato dall’esperimento di strategie di costruzione nella fusione del raggio laser con simulazioni e analisi geometriche. Con il nuovo modulo stiamo ampliando le capacità di Amphyon, aiutando i nostri clienti a diventare ancora più efficienti. Rapid.Tech ci offre la piattaforma perfetta per presentare in anteprima il nostro nuovo modulo e sono sicuro che i visitatori saranno molto interessati a vedere cosa offre la nostra nuova soluzione per quanto riguarda la creazione di supporto automatizzato per la prima volta, “ha affermato Dr. rer. Nat. Nils Keller, co-fondatore e CEO, Additive Works.

Be the first to comment on "Amphyon di Additive Works per il problema dei supporti in metallo"

Leave a comment