Amedica e i dispositivi medici al nitruro di silicio stampati in 3d

Amedica sviluppa i primi impianti medici al nitruro di silicio stampato in 3D del mondo

Amedica Corporation è diventata la prima azienda a creare delle ceramiche di nitruro di silicio  utilizzando un processo di stampa 3D chiamato deposizione robotica, o robocasting. I prodotti stampati in 3d hanno dimostrato di possedere proprietà simili alle fabbricazioni tradizionali.

Diversi produttori di dispositivi medici stanno sfruttando la potenza della stampa 3D per la produzione di impianti di alta qualità per la colonna vertebrale, l’anca, e altre parti del corpo. Oltre alla loro capacità di risparmiare tempo, le stampanti 3D sono in grado di introdurre alcune proprietà desiderabili negli impianti medici. Queste proprietà possono includere delle strutture complesse interne, degli elementi personalizzati, una dimensione specifica per il paziente e la forma sulla base dei dati delle imaging medicali. L’annuncio di Amedica vede la stampa 3D utilizzata con un nuovo tipo di materiale, un avanzamento che potrebbe rivelarsi vantaggioso per i medici e  i pazienti.

Come metodo di fabbricazione dell’impianto, la stampa 3D può offrire vantaggi e svantaggi, ma la scelta del materiale di stampa può essere altrettanto importante quanto il processo produttivo stesso. Amedica,  società consolidata nei dispositivi medici, propone una nuova aggiunta al mondo della stampa 3D medicale, specializzata nella produzione di ceramica al nitruro di silicio, che può essere utilizzata come piattaforma di biomateriale. Tali piattaforme possono essere costituite anche da leghe metalliche, polimeri, e altre ceramiche, ma Amedica sostiene che il nitruro di silicio possiede qualità superiori, che lo rende la scelta ideale per una vasta gamma di impianti e altri dispositivi medici.

Molti impianti medici avanzati sono progettati per favorire la crescita di materiale osseo organico attorno all’impianto, in modo che il sistema parzialmente organico e parzialmente sintetico diventi unito più sicuro uniti. Sfortunatamente, poiché gli impianti immettono sostanze estranee nel corpo, la crescita batterica indesiderabile può avvenire anche durante questo processo transitorio. Il nitruro di silicio contribuisce a ridurre la crescita di biofilm tra un impianto e l’osso circostante dalle proteine, ​​attirando cellule e sostanze nutritive, le quali favoriscono la crescita ossea. Una trama superficie ruvida contribuisce anche alla crescita ossea, mentre le proprietà antibatteriche del materiale riducono le possibilità di infezione.

Nella sua missione di perfezionare l’uso di dispositivi medici al nitruro di silicio, Amedica si è rivolta alla tecnica di stampa 3D con la deposizione robotica o robocasting, in moda da controllare con precisione la porosità dei suoi dispositivi medici e per accelerare il processo di fabbricazione per piccole quantità. Robocasting è una tecnica di fabbricazione in ceramica a forma libera sia densa e sia in compositi, basata sulla deposizione stratificata di fanghi altamente colloidali. Utilizzando la tecnica di robocasting, un dispositivo 3D stampata completo può essere fatto in meno di 24 ore.

“Questa innovazione parla all’arte unica e alla scienza relativa della nostra forza di produzione”, ha detto il Dr. Sonny Bal, Presidente e CEO di Amedica . “La stampa 3D di un materiale ceramico complesso apre le porte , soprattutto in termini di vantaggi di costo, alla possibilità di affrontare una varietà di esigenze dei partner OEM. La Fabbricazione su misura additiva è un progresso moderno, e siamo orgogliosi di aprire la strada alla stampa 3D della nostra  formulazione del nitruro di silicio, con i suoi vantaggi nella fusione ossea, nel comportamento antibatterico e nella resistenza superiore. ”

amedica- primo impianto al nitruro di silicio stampato in 3dL’importante passo tecnologico permetterà ad Amedica a commercializzare le sue protesi al nitruro di silicio 3D stampato e offrire loro in una serie di livelli di porosità per soddisfare le esigenze cliniche specifiche. Robocasting consentirà alla società di creare anatomicamente rilevanti impianti nitruro di silicio in una gamma di forme e dimensioni, così come impalcature ossee adatti per la differenziazione cellulare e neovascolarizzazione. I dispositivi medici 3D stampati sono già stati messi alla prova, con scansioni al microscopio elettronico che rivelano una densità teorica e una microstruttura simili rispetto ai dispositivi di fusione al nitruro di silicio tradizionali  attualmente in uso.

 

Be the first to comment on "Amedica e i dispositivi medici al nitruro di silicio stampati in 3d"

Leave a comment