Alfa Romeo Racing installa la tecnologia HIP Quintus

Alfa Romeo Racing installa la tecnologia HIP Quintus per componenti automobilistici stampati in 3D ottimizzati

Alfa Romeo Racing, un team di Formula 1 gestito da Sauber Motorsport AG, sta promuovendo il suo investimento nella produzione additiva. Il team di corse, che ha già quattro stampanti 3D MetalFAB1 operative di Additive Industries, ha acquistato e installato un sistema HIP (Hot Isostatic Press) della società svedese Quintus Technologies .

Con le funzionalità di trattamento termico ad alta pressione (HPHT) interne, Alfa Romeo Racing sarà in grado di produrre componenti stampati in metallo 3D ottimizzati a velocità più elevate, offrendo loro il vantaggio competitivo di cui hanno bisogno nel mondo della F1. Il team ha anche aderito al programma Quintus Care, attraverso il quale Quintus offrirà supporto e servizi quando necessario.

“La partnership con Quintus è un’importante pietra miliare nel percorso di produzione additiva di Sauber Engineering. L’implementazione del processo di pressatura isostatica a caldo aggiunge un valore enorme nel fornire prestazioni alla nostra auto, nonché per le esigenze esigenti dei nostri clienti “, ha affermato Christoph Hansen, responsabile dello sviluppo tecnico della Sauber Engineering AG. “Utilizzando la tecnologia HIP di Quintus, il gruppo Sauber sarà in grado di spingere i confini di ciò che facciamo ancora di più e portare i materiali che produciamo ad un livello eccezionale.”

Alfa Romeo Racing ha installato il sistema QIH 21 M URQ di Quintus, un sistema HIP con capacità di trattamento termico ad alta pressione. L’apparecchiatura si basa sulla tecnologia URQ proprietaria di Quintus, che combina trattamento termico e raffreddamento in un unico processo consolidato. Quando viene utilizzato per trattare parti fabbricate in modo aggiuntivo, il sistema HIP densifica il metallo, ottenendo una parte con la massima densità teorica, duttilità e resistenza alla fatica.

Osservando più da vicino il sistema QIH 21 M URQ, offre una zona di lavoro a caldo di 211 mm di diametro e 400 mm di altezza, nonché una temperatura operativa di 1.400 ° C e una pressione di 30.000 psi (2.070 bar). Alfa Romeo Racing sfrutterà il sofisticato sistema di post-elaborazione per produrre parti stampate in 3D con prestazioni dei materiali ottimizzate.

In qualità di partner del programma Quintus Care, Alfa Romeo Racing pagherà un costo annuale fisso per l’accesso a competenze tecniche e supporto. Quintus supporterà quindi il team di F1 in modo da poter sfruttare appieno i benefici del suo processo di trattamento termico per la sua produzione automobilistica.

“Siamo entusiasti di collaborare con uno dei team di Formula Uno più iconici: Alfa Romeo Racing”, ha dichiarato Jan Söderström, CEO di Quintus Technologies. “Questa collaborazione riunisce due organizzazioni all’avanguardia nello sviluppo avanzato e nell’innovazione di prodotto nel campo AM. Lavorare con Alfa Romeo Racing ci offre anche a Quintus un’opportunità unica per mostrare a un vasto pubblico quanto la moderna tecnologia HIP abbia ottimizzato le proprietà dei materiali. “

Be the first to comment on "Alfa Romeo Racing installa la tecnologia HIP Quintus"

Leave a comment