Al Mit ti stampano in 3d un gelato in 15 minuti con una Solidoodle

stampare gelati in 3d con una solidoodle

Ok oK ma in 15 minuti me lo fo a mano :)))))

Il gelato su misura ? In 15 minuti, con la stampante 3D realizzata al Mit

Ormai si stampa in 3D qualsiasi cosa, dalle pizze agli edifici, ma finora nessuno sembrava essere riuscito a stampare gelati. Il problema è che la manifattura additiva del 3D impone tempi non elastici ed era difficile trovare un procedimento in grado di raffreddare (o mantenere freddi) gli ingredienti di base.

Ci sono riusciti tre studenti dell’Mit di Boston che ne hanno fatto il proprio progetto di laurea. Kyle Hounsell, Kristine Bunker e David Donghyun Kim hanno sviluppato una stampante modificata, connessa a una macchina per la produzione di soft ice cream (i gelati che escono dal tubo) e ad un frezeer.

“Era assolutamente necessario stampare in un ambiente freddo, in modo che il gelato potesse mantenere la forma prescelta” hanno spiegato i tre studenti. Per questo hanno costruito un sistema di colatura che utilizzasse azoto liquido. Niente di rivoluzionario: da anni gli chef usano l’azoto liquido per mantecare al momento il gelato al tavolo dei clienti.

La cosa divertente è che la stampante 3D consente in teoria di fare il gelato su misura delle forme più bizzarre. Per la gioia dei bambini e di chi commercializzerà la macchina.

L’altro problema era riuscire a mantenere la stampa in tempi ragionevoli. Al momento sono stati ridotti a circa 15 minuti. Un’attesa sopportabile, per ottenere il gelato che desideri. Anche se, a guardare il video su YouTube, si direbbe che l’invenzione vada ancora un po’ perfezionata…

di Vittoria Alerici da isole24ore.com

Be the first to comment on "Al Mit ti stampano in 3d un gelato in 15 minuti con una Solidoodle"

Leave a comment