Al Ces Ultimaker annuncia la Ultimaker 2+ e Ultimaker 2+ Advanced

Ultimaker annuncia il rilascio della Ultimaker 2+ e Ultimaker 2+ Advanced.

Se nel mondo della stampa 3D si tenesse un concorso di popolarità, la Ultimaker sarebbe in testa. In realtà, il Trend Report 3D Hubs , che è quanto di più vicino abbiamo ad una  gara di popolarità, ha mostrato che la Ultimaker 2  è costantemente in testa alla categoria “La migliore fra le stampanti cercate”. Se siete nella lista di chi considera la Ultimaker come il vostro prossimo acquisto dovete sapere che la società ha appena presentato al CES 2016 due nuove e migliorate versioni  delle loro stampanti più avanzate. Questa settimana al CES 2016, Ultimaker ha svelato le sue ultime novità: lal Ultimaker 2+ e la Ultimaker 2+ Advanced.
“Siamo entusiasti di rilasciare due nuove stampanti 3D al CES di quest’anno”, afferma Jos Burger, CEO di Ultimaker. “La  Ultimaker 2+ e la Ultimaker 2+ Advanced   sono il risultato di innumerevoli collaborazioni , di riscontri positivi e perspicaci che abbiamo ricevuto dalla comunità Ultimaker. Entrambe le stampanti sono dotate di aggiornamenti cruciali in base a ciò che i nostri clienti definiscono importante  in una stampante 3D. ”
Tali aggiornamenti includono ugelli intercambiabili che possono essere facilmente rimossi e sostituiti in quello che sembra essere una versione inventata da  Olsson Block un cliente Ultimaker. Un alimentatore nuovo, innestato, più potente che impedisce alle stampe di muversi, consentendo risultati ottimali, e un sistema di raffreddamento migliorato che permete qualità nella superficie delle stampe finite.

La differenza principale tra i  2,499 dollari della  Ultimaker 2+ e  i   2,999 dollari della 2+ Advanced è il formato; la dimensioni della 2+ sono 493 x 342 x 588 millimetri, mentre  la 2+ Advanced arriva a  493 x 342 x 688 millimetri (Insomma la advanced stampa 10 cm più alto ) .

Ulteriori specifiche includono:
Volume di costruzione : 223 x 223 x 205 mm (2+); 223 x 223 x 305 mm (2+ Advanced)
Letto di Costruzione: da 50˚ a 100 ° C sulla piastra di vetro riscaldato
Tecnologia di stampa: Fused Filament Fabrication (FFF)
Stampa velocità della  testina : da 30 a 300 mm / s
Precisione XYZ: 12.5, 12.5, 5 micron
Temperatura dell’ugello: 180˚ a 260 C
Gli Ugelli per entrambe le stampanti sono disponibili in quattro dimensioni: 0,25 mm, 0,40 mm, 0,60 mm e 0,80 mm. La velocità e la risoluzione dello strato variano a seconda delle dimensioni dell’ugello utilizzato. Le stampanti sono ottimizzati per i filamenti PLA, ABS e CPE, ma in grado di supportare qualsiasi tipo di filamento.
Oltre alla presentazione delle loro nuove stampanti, La Ultimaker ha anche speso un po’  di tempo al CES per discutere dei loro piani e degli obiettivi per il 2016. Il 2015 è stato un anno fantastico per la società, con le loro entrate annuali che sono raddoppiate in un anno . Il 35% di tali vendite è venuto da parte di clienti in Nord America, e la società prevede di diventare il principale fornitore di stampanti desktop 3D nel 2016.
Come  molte aziende di stampa 3D, La Ultimaker sta impegnandosi nel settore dell’istruzione, in quanto è da lì che ci si attende una crescita rapida  del mercato In collaborazione con l? Illinois Makerlab dell’ University of Illinois, Ultimaker sta sviluppando un corso open online (MOOC) sulla stampa 3D che sarà rilasciato tramite Coursera entro la fine dell’anno.
“Abbiamo visto un grande successo  quest’anno con i professionisti e gli educatori in grado di ottimizzare i componenti modulari della nostra infrastruttura per le proprie specifiche esigenze”, spiega Burger. “Ultimaker ha visto una espansione delle vendite in settori come l’aerospaziale, l’automotive, la  sanità, l’energia e l’istruzione soprattutto all’interno di ingegneria, progettazione e produzione nel corso dell’anno passato. Siamo ansiosi di vedere come la comunità globale di Ultimaker continuerà a crescere e ad aiutarci a creare i prodotti del futuro. ”

Be the first to comment on "Al Ces Ultimaker annuncia la Ultimaker 2+ e Ultimaker 2+ Advanced"

Leave a comment