AK Medical investe su otto piattaforme Arcam Electron Beam Melting (EBM) di GE Additive

AK Medical espande la capacità EBM di Arcam additivo GE all’aumentare della domanda di impianti stampati in 3D in Cina
AK Medical utilizza la tecnologia EBM da dieci anni.

Il produttore cinese di impianti ortopedici AK Medical ha ampliato la sua capacità di stampa 3D per includere otto piattaforme Arcam Electron Beam Melting (EBM) di GE Additive .

L’azienda utilizza la tecnologia EMB da oltre dieci anni e ha cercato di aumentare i propri investimenti nella stampa 3D in risposta alla crescente domanda in Cina di prodotti ortopedici, dovuta in gran parte all’invecchiamento della popolazione del paese. AK Medical è tra le aziende leader nel mercato cinese delle protesi articolari e oggi vanta cinque impianti ortopedici stampati in 3D con l’approvazione della National Medical products Administration (NMPA), dopo essere diventato il primo in Cina a ricevere l’approvazione NMPA per un impianto stampato in 3D.

La produzione additiva ha fornito ad AK una maggiore flessibilità nella progettazione di prodotti implantari sia standard che personalizzati, con la società in grado di offrire prodotti con migliore vestibilità e maggiore comfort, costruendo al contempo la struttura trabecolare direttamente nella parte per aumentare i livelli di integrazione tra impianto e osso. Si dice anche che gli impianti stampati richiedano un trattamento post-calore ridotto, consentano una riduzione dei costi medi del 38% e facilitino strutture porose simili al normale tessuto osseo.

AK, con il supporto degli ingegneri additivi GE in loco, è stata in grado di produrre in modo aggiuntivo una gamma di impianti che sono stati utilizzati negli ospedali in Cina. Un caso nel 2016 ha visto la stampa 3D di un corpo vertebrale artificiale personalizzato comprendente cinque pezzi vertebrali simili alla struttura anatomica del corpo di un paziente che soffriva di un raro cordoma maligno. Un tumore, che poteva essere rimosso solo chirurgicamente, aveva eroso cinque vertebre del paziente. Utilizzando un supporto spinale lungo 19 centimetri e quattro peduncoli sulla protesi vertebrale artificiale, i medici sono stati in grado di migliorare la stabilità della colonna vertebrale e far tornare il paziente a camminare senza parentesi graffe entro due mesi dalla procedura.

“Il nostro obiettivo è servire sia i pazienti che gli esperti medici”, ha commentato Li Zhijiang, CEO e direttore esecutivo di AK Medical. “Con i nostri prodotti avanzati, ci impegniamo a rendere il trattamento delle condizioni ortopediche più efficiente e più semplice, garantendo risultati migliori e tempi di recupero più rapidi per i nostri pazienti. Abbiamo usato la tecnologia EBM per più di un decennio, quindi quando recentemente abbiamo dovuto investire in nuove macchine, abbiamo naturalmente optato per il Q10plus. I sistemi Q10plus offrono un’interfaccia intuitiva, una maggiore precisione dei processi e prodotti di migliore qualità. Ci aiuta a migliorare l’efficienza in termini di costi sia della produzione standard che della produzione personalizzata su piccola scala. “

Utilizzando la produzione di additivi metallici, AK Medical ha stabilito una presenza in Cina e nel Regno Unito con JRI Orthopedics . Mentre espande la sua capacità di produzione additiva, l’azienda sta anche cercando opportunità nei mercati internazionali, contribuendo allo sviluppo degli standard industriali locali dei dispositivi medici stampati in 3D in tutta la Cina.

“Guardiamo al futuro pieni di fiducia”, ha aggiunto Li. “La tecnologia additiva è estremamente vantaggiosa in termini di costi e la personalizzazione personalizzata sta diventando sempre più una tendenza del settore. E quando inizi a pensarci in combinazione con CRT, MRO nucleare, software, Internet, 5G e molte altre tecnologie, è probabile che l’additivo scateni un potenziale maggiore per dare impulso all’intera industria medica. “

Be the first to comment on "AK Medical investe su otto piattaforme Arcam Electron Beam Melting (EBM) di GE Additive"

Leave a comment