Airwolf la stampante 3D EVO 22

Airwolf lancia la stampante 3D EVO 22

Airwolf ha appena lanciato la sua EVO 22 a Core XY da 305 mm x 305 mm x 578 mm, ha una temperatura massima di estrusione di 315 ° C e una temperatura massima di 160 ° C. Ciò consente di stampare materiali come ABS e PC. La piastra di costruzione è in vetro borosilicato, ha un touchscreen da 7 “, connettività USB e senza wifi. Ha un sistema hot-end QuickChange, guide lineari, una vite a ricircolo di sfere e filtri in carbonio e HEPA. Funziona con l’ Apex basato su Cura , il software di Airwolf e sarà disponibile a settembre per $ 11.995.

L’azienda chiama l’Evo un centro di produzione additivo. Un nome così alto e il cartellino del prezzo che l’accompagna stabiliranno aspettative molto alte per il sistema. In generale, il nostro mercato si sta biforcando con la fascia bassa popolata da stampanti da 200 $ e altri che si spostano in territori di fascia più alta oltre i $ 3000. Airwolf si sta decisamente muovendo nella direzione del lato aziendale e industriale delle cose con questa macchina. Gli utenti industriali non si preoccuperebbero del prezzo se la macchina si comporta come desiderato.

Le aziende si aspettano facilità d’uso, affidabilità, ripetibilità e, soprattutto, poco o nessun fermo macchina. Vogliono anche una macchina in grado di produrre le parti di cui hanno bisogno. Alcuni anni fa le aziende desktop non erano in grado di fornire questo, ma stiamo lentamente ma sicuramente entrando in un mercato in cui diversi venditori stanno esplorando l’intera proposta sulla stampa 3D. Approfondirò questo aspetto più dettagliatamente a un certo punto, ma devi “Control for the 3D printing Decagon” e devi superare “la rana bollita di Zeno”. Questi saranno entrambi post separati ma mi ci vorrà un po ‘per farli. In sostanza, tuttavia, per competere in futuro occorrerà molta più ingegneria e capacità in molte altre aree. Costruire qualità, controllo della qualità e guardare all’intera esperienza di stampa 3D è molto importante per l’attuale fase di competizione nella stampa 3D.

Relativamente sconosciuto in Europa, ho sempre apprezzato le stampanti Airwolf come Axiom. Ciò che mi rende ottimista riguardo alla loro azienda che tira fuori l’EVO 22 è che hanno guardato oltre la scatola per l’intera esperienza di stampa 3D. Hanno creato il loro software Apex e sono usciti con una linea di prodotti per l’adesione del letto chiamata WolfBite . L’azienda ora ha una soluzione di adesione del letto per quasi tutti i comuni materiali di stampa 3D . Airwolf ti consente anche di noleggiare stampanti da loro e hanno un  programma di noleggio di una stampante in cui è possibile noleggiare una stampante 3D per una settimana per $ 175 o $ 550 per un mese. La società si distingue anche per il suo prodotto attraverso un  programma di riacquisto di stampanti 3Ddove puoi ottenere fino a $ 1700 per una vecchia stampante Axiom. È questo tipo di pensiero fuori dagli schemi che mi rende molto ottimista.

L’EVO 22 ha anche due cose che sono particolarmente interessanti. Genesis e Tri-heat. La società ha sviluppato il proprio microcontrollore sulla scheda Genesis.

“Il GENESIS Board, un microcontroller a 32 bit personalizzato per il settore automobilistico, sviluppato appositamente per offrire velocità più elevate, maggiore precisione e maggiore controllo … (di) temperature.”
Una maggiore comprensione dei microcontrollori e del firmware dovrebbe dare all’azienda un vantaggio in futuro. Per molti OEM il firmware è un punto debole e sta ritardando le loro prestazioni. La Genesis ha anche uno spegnimento automatico degli ugelli, del riscaldamento del letto dei motori e del riscaldamento della camera con temperature o correnti troppo elevate che sembra una grande idea. La competenza in questo settore è davvero un buon segno. Tri Heat è l’altra cosa che mi interessa. Piuttosto che usare l’ugello o l’ugello e il letto per riscaldare la camera, utilizza due riscaldatori a camera dedicati. Ciò dovrebbe accelerare i tempi di avvio e offrire loro un ambiente termico molto migliore nella camera. La camera in cui dicono che hanno una versione brevettata per. La compagnia dice anche che

“Composto da due riscaldatori a camera incorporati …, valutato per 160 gradi Celsius, l’ambiente di costruzione Tri-Heat ™ offre agli utenti un maggiore controllo sulla temperatura ambiente interna della macchina, consentendo loro di creare l’ambiente termico ideale per supportare la produzione di pezzi di grandi dimensioni. In combinazione con un design hot end in attesa di brevetto e camera chiusa, la tecnologia TriHeat ™ ottimizza e regola il calore necessario per aumentare la resistenza delle parti riducendo al minimo fessurazioni e deformazioni “.

Be the first to comment on "Airwolf la stampante 3D EVO 22"

Leave a comment