A Singapore si rischia la pena di morte con le armi stampate in 3d

A Singapore utilizzare armi  stampate in 3d è punibile con la morte.
Singapore è conosciuta per le sue rigide leggi, che comprendono pene armi stampate in 3ddetentive per una vasta gamma di quello che la gente in occidente prenderebbe in considerazione come reati minori, come il littering (buttare rifiuti in strada). Il paese è noto anche per avere delle leggi molto dure sulle armi , con il solo possesso illegale che può essere punito con una pena detentiva o con la fustigazione,  l’utilizzo o il tentativo di usare una pistola illegale è punibile con la morte. Queste stesse leggi di Singapore si applicano alle pistole stampate in 3d di ogni genere.

La controversia in sé è una questione complessa, che in gran parte si è svolta sui social media. A seguito del tragico massacro in una discoteca gay a Orlando, in Florida la scorsa settimana, un utente di Facebook   Bryan Lim ha chiesto ‘il permesso di aprire il fuoco’. Il messaggio è stato pubblicato su We Are Against Pink Dot group, che si oppone alla organizzazione della manifestazione LGBT ( organizzazione gay lesbiche e transgender ) a Singapore. Egli ha anche detto: “Mi piacerebbe vedere questi ***** morire per la loro causa”.

I commenti hanno creato un vortice di indignazione sui media, alla fine   Bryan Lim per scusarsi, ha eliminato il post originale e cancellato la sua pagina  Facebook. “Mi scuso per l’equivoco. Le mie parole erano forti. Non volevo minacciare nessuno. Le mie parole sono state prese fuori  contesto. Spero che queste scuse siano accettate “, ha detto.

Come parte della tempesta mediatica sociale, alcune persone hanno cominciato a possibili pericoli a Singapore, in considerazione delle leggi sulle armi molto severe che sono in atto. Come ha sostenuto l’ex consulente per la sicurezza Roy Phang, pistole stampate in 3d possono causare il caos a  Singapore . “La cosa spaventosa è che è possibile stampare e costruire queste pistole  utilizzando una stampante 3D desktop normale che costa meno di $ 500 dollari , e i progetti sono disponibili on-line, insieme a progetti più complessi”, ha scritto Phang.

Ciò ha indotto il giornalista Belmont Lay a controllare le leggi sulle armi a Singapore, e come si comportano con  le armi stampate in 3d. Come ha dichiarato , il vicedirettore Ho Yenn Dar della Polizia di Singapore   in una dichiarazione precedente. “Abbiamo in atto  eggi dure contro il traffico, la fabbricazione e l’uso di armi da fuoco. Ciò vale anche per le armi da fuoco  stampate in 3d. E ‘già un reato ai sensi della legge sulla armi e gli esplosivi per chiunque  utilizzare una stampante 3D per la produzione di eventuali armi o di qualsiasi componente di eventuali armi senza licenza “, ha detto il Vice Direttore.

Il risultato è chiaro: le pistole stampate in 3d  ricadono sotto le leggi sulle armi e gli esplosivi  , che impedisce il traffico, la fabbricazione e l’uso di tutte le armi non autorizzate a Singapore e copre qualsiasi tipo di pistola o pistola da cui un proiettile  può essere sparato. “Qualsiasi persona che utilizza o tenta di utilizzarle  sarà colpevole di un reato  punito anche con la morte”, dice la legge. Come la legge afferma inoltre, qualsiasi tentativo di uso di tale armi si presume abbia avuto luogo con l’intenzione di provocare lesioni fisiche, fino a quando l’opposto non sia  provato. Anche sparare con una pistola stampata in 3D  senza autorizzazione comporta quindi la pena di morte a Singapore, mentre la proprietà  sarà severamente punita.

Be the first to comment on "A Singapore si rischia la pena di morte con le armi stampate in 3d"

Leave a comment