3MF aggiunge l’estensione Secure Content


Il consorzio 3MF ha annunciato la sua ultima estensione per soddisfare i requisiti di protezione del carico utile e di controllo della produzione per le parti stampate in 3D.

La nuova specifica Secure Content stabilisce un meccanismo di base per la crittografia del payload di dati stampati in 3D sensibili basati su moderni standard Web, consentendo di eseguire applicazioni di stampa 3D industriale con geometrie di parti diverse in ambienti distribuiti con catene di approvvigionamento estese. Si dice anche che la tecnologia consenta a terzi di costruire ecosistemi che mitigano i rischi per la privacy, obbediscono alle normative governative o proteggono dalla corruzione dei dati. Il consorzio ha rilasciato una versione della specifica 3MF Secure Content e un’implementazione su GitHub con una licenza BSD permissiva.

Il consorzio 3MF è stato creato nel 2015 per stabilire una specifica universale e ad alta fedeltà per la stampa 3D e conta tra i suoi oltre 30 membri fondatori sistemi 3D, Autodesk, Dassault Systemes, HP, Materialise e Stratasys. Dopo aver inizialmente focalizzato i suoi sforzi sul colore, Adrian Lannin, direttore esecutivo di 3MF, ha fornito a TCT un aggiornamento lo scorso anno su come il consorzio si era “focalizzato sull’evidenziazione delle applicazioni del mondo reale di 3MF in ambienti di produzione additiva”, poiché mirava a fornire il dominio Formato file 3D per AM .

Quest’ultima specifica è stata sviluppata con il contributo di Viaccess-Orca (VO), un fornitore leader di protezione dei contenuti digitali e soluzioni avanzate per i dati, che ora si unisce al Consorzio come membro fondatore. Oltre all’annuncio, VO ha anche lanciato la disponibilità generale della sua piattaforma di produzione sicura (SMP), che garantisce che le risorse digitali siano sicure e tracciabili attraverso le catene di distribuzione distribuite digitalmente in conformità con le nuove specifiche 3MF.

“Con l’avvento della maggiore età di AM, la necessità di risolvere i problemi di interoperabilità attraverso formati e interfacce standardizzati da un lato e il requisito della sicurezza dei contenuti digitali per prevenire la corruzione dei dati o l’abuso commerciale dei dati dall’altro lato, stanno diventando sempre più acuti”, ha dichiarato Alain Nochimowski, EVP Innovation di Viaccess-Orca. “Siamo entusiasti di unirci ai ranghi dei membri del consorzio 3MF e non vediamo l’ora di aiutare ad affrontare gli aspetti della sicurezza delle risorse digitali all’interno del più ampio settore manifatturiero digitale.”

Scott White, distinto tecnico di software presso HP Inc., ha commentato: “Siamo entusiasti del fatto che Viaccess-Orca abbia aderito al consorzio e contribuito con la loro esperienza decennale alla progettazione dell’estensione 3MF Secure Content. Le specifiche finali definiscono la crittografia del payload in base al settore standard e consente a terzi di costruire su di esso i propri ecosistemi di gestione delle chiavi. Riteniamo che ciò consentirà di utilizzarlo per affrontare un’ampia gamma di casi d’uso critici in modo semplice e senza soluzione di continuità. “

Be the first to comment on "3MF aggiunge l’estensione Secure Content"

Leave a comment