3M offre un servizio di prototipazione per la produzione di piccoli lotti stampati in 3D con il politetrafluoroetilene (PTFE)

3M sviluppa un processo di stampa 3D per parti in PTFE

La divisione Advanced Materials di 3M ha lanciato un nuovo servizio di prototipazione per la produzione di piccoli e lotti con stampa 3D per il materiale politetrafluoroetilene (PTFE).

Il politetrafluoroetilene è un polimero non ramificato, lineare, parzialmente cristallino fatto di fluoro e carbonio. Colloquialmente, questa plastica viene spesso indicata con il nome commerciale Teflon da DuPont. 3M ha ora combinato il materiale con la flessibilità della produzione additiva.

Il servizio è reso possibile da un nuovo processo di stampa 3D sviluppato dal team di produzione additiva di 3M dalla stereolitografia open source, nonché da una formulazione del materiale su misura e fasi di post-elaborazione. Il PTFE è utilizzato in numerose applicazioni grazie alla sua tenacità, flessibilità, capacità termica e resistenza chimica. 3M ritiene che il processo potrebbe aprire opportunità per parti piccole, complesse da 0,2 mm e 120 x 80 x 80 mm che sarebbero altrimenti poco pratiche per le macchine PTFE, in particolare per le parti fabbricate in Laboratori chimici, biotecnologie e prodotti farmaceutici sono utilizzati nei laboratori di ricerca e nelle strutture di produzione. Le proprietà chiave includono una resistenza chimica quasi universale,

3M ha testato la tecnologia con partner del settore e inizierà a commercializzare in autunno. Si prevede inoltre che 3M lavorerà su fluoropolimeri aggiuntivi e materiali ad alte prestazioni che verranno lanciati nei prossimi anni.

Be the first to comment on "3M offre un servizio di prototipazione per la produzione di piccoli lotti stampati in 3D con il politetrafluoroetilene (PTFE)"

Leave a comment