3DTrust rilascia una soluzione intelligente di gestione delle polveri per il controllo di qualità

3DTrust è una startup di cinque anni iniziata a Monaco. All’inizio, il team faceva parte di un gruppo di startup che voleva proteggere la catena di fornitura digitale. Attraverso la crittografia e il software, le aziende potrebbero assicurarsi di stampare le parti giuste, secondo l’azienda. Attraverso lo sviluppo del prodotto e il contatto con il mercato, la startup si è evoluta da allora.

Ora, 3DTrust ha dieci dipendenti, uffici a Tolosa e Monaco e un nuovo focus sulla ripetibilità. La società ha visto che le vere sfide della stampa 3D consistevano nel “stampare qualsiasi parte ovunque e assicurarsi che la qualità fosse giusta ogni volta” secondo il cofondatore Antoine Jeol. Jeol ha un background di capitale di rischio (VC) presso 3M e ha imparato moltissimo da 3DTrust come parte dell’acceleratore di avvio di Airbus . Questa conoscenza ha portato 3DTrust a spostarsi dalla sicurezza e verso un’offerta maggiormente incentrata sulla produzione.

Quando il team si trovò parzialmente a Tolosa per il programma acceleratore, si trovarono di fronte alle sfide che Airbus e i suoi fornitori hanno. Naturalmente, la sicurezza è importante nell’aviazione commerciale, ma anche altri fattori, come la tracciabilità, destano estrema preoccupazione. Le aziende aeronautiche devono sempre sapere da dove provengono le parti, quando vengono prodotte, da chi, in quale orientamento, con quale lotto di materiale, su quale macchina, ecc. Il team ha anche visto quante fasi di produzione sono richieste dalla stampa 3D per la produzione.

Un altro cofondatore di 3DTrust con cui ho parlato è Alexandre Guérin, che veniva da Siemens dove lavorava al braccio VC di quella compagnia. Guérin ha affermato che, in molte aziende manifatturiere, il team di 3DTrust ha riscontrato sfide nella “pianificazione della produzione, soprattutto perché la pianificazione e il monitoraggio sono stati un passaggio manuale, spesso eseguito con post-it o in Excel”.

Il team doveva prima capire cosa ci voleva per condurre la produzione quotidiana con la stampa 3D. Lavorando con i produttori, hanno acquisito una comprensione più approfondita che ha permesso loro di sviluppare il loro software su cui lavorare e con l’officina. Dovevano far funzionare il loro software con i marchi più popolari di apparecchiature AM industriali per leggere e raccogliere dati da ciascuno di essi.

“Potrebbe essere molto più efficiente se questo monitoraggio fosse eseguito nel software e la pianificazione del lavoro futuro fosse effettuata in modo algoritmico … con un errore umano ridotto … con conseguente consegna di più parti in tempo”, ha detto Guérin. “[Abbiamo dovuto connetterci] con macchine EOS, Renishaw, SLM Systems, Stratasys, AddUp e 3D Systems … per monitorare ogni macchina. Se una macchina si arresta, la notifica degli errori verrà tracciata nel software, che può analizzare le tendenze storiche, rilevare errori, monitorare i livelli di gas, ottenere temperature in tempo reale, ricevere notifiche per eventi specifici, ottenere anche dati di utilizzo e dati sulle prestazioni. “

Con 3DTrust, un utente può abbonarsi a una singola macchina oa più macchine per ricevere solo i dati relativi a loro.

Rendere accessibili tutti questi dati di produzione, pianificare, ottimizzare e garantire la tracciabilità è ciò che l’azienda fa ora. Jeol ritiene che ogni macchina AM dovrebbe essere connessa e che, sebbene ci siano molti dati, per ottenere un vero controllo di processo di Industry 4.0, i dati devono essere estratti da tutti i sistemi collegati e ben gestiti. Una volta che ciò accade, 3DTrust può eseguire la tracciabilità, l’ottimizzazione della produttività e analizzare intere flotte di sistemi di additivi che producono parti in tempo, così come le fasi di post-produzione, per decidere cosa fare.

In risposta alle esigenze del cliente, hanno sviluppato due architetture completamente diverse. In uno, tutti i loro software possono essere distribuiti localmente, tramite cavi Ethernet e server dei clienti. Nell’altro sistema ibrido, tutti i dati dei file sono archiviati localmente, ma le informazioni, come i valori dei sensori, sono condivise nel cloud dell’azienda. La prima versione sarebbe particolarmente utile per le compagnie di difesa e aviazione, un gruppo che è stato tradizionalmente avverso al wi-fi. 3DTrust offre questi strumenti sotto forma di software as-a-service, con l’azienda che addebita $ 650 al mese per macchina, sebbene siano disponibili anche università e prezzi di installazione elevati. La configurazione prevede da uno a tre giorni, in genere con 3DTrust che conduce spesso una formazione in loco per il personale di due giorni.

Gli utenti possono visualizzare i dati delle singole macchine, i dati aggregati o immergersi nelle singole piastre di costruzione. Possono caricare file STL o CAD e accodare lavori; i file possono anche essere scaricati e ricaricati da Magics e Netfabbquindi è possibile continuare a utilizzare una soluzione preferita per il controllo dei file insieme al software. L’output è un file di lavoro specifico per la macchina specifica di un utente. Si potrebbero archiviare file nel cloud e pianificare o assegnare file o costruire piattaforme a macchine o serie di fasi di post-elaborazione. Le regolazioni della qualità di stampa, dei risultati, dell’utilizzo della macchina, degli aggiornamenti di stato e della tracciabilità delle parti avvengono tutte nel software. Gli utenti possono visualizzare le date di consegna, i materiali e aggiungere note a file e lavori. Può essere utilizzato in un ambiente di servizio, nella produzione o come servizio condiviso interno per le grandi aziende.

Attraverso il drill down in ogni processo, macchina e lavoro, gli utenti possono ottenere dati molto dettagliati, ma possono anche vedere le prestazioni attraverso le serie temporali o analizzare tutti gli avvisi e gli eventi che hanno ritardato le build. È possibile interfacciarsi con le telecamere integrate nelle stampanti per controllare gli errori e guardare anche i singoli livelli mentre vengono costruiti.

Inizialmente Jeol ha affermato che “ci siamo concentrati su alcuni clienti chiave nel settore medico, automobilistico e aerospaziale per renderli felici. Realizzare [il software] in collaborazione con i ragazzi in officina ogni giorno ci ha aiutato a dare valore ai clienti “.

Guérin crede che i loro clienti stiano usando i dati per ottenere i pezzi correttamente la prima volta in AM.

Guérin ha dichiarato: “L’ottimizzazione della pianificazione consente di risparmiare sui costi, rende le macchine e i processi più efficienti, più veloci ed economici, consentendo ai clienti di industrializzare la loro tecnologia per una vera produzione in serie”.

Oltre al suo prodotto di punta, il team 3DTrust ha appena rilasciato una soluzione di gestione delle polveri . Ne sono stato molto entusiasta poiché, per i metalli, la gestione delle polveri è la chiave per ottenere buoni risultati nelle stampe, in particolare per la produzione. La gestione delle polveri è essenziale, ma molto noiosa e richiede molto tempo, specialmente in ambienti altamente regolamentati. Con il nuovo strumento dell’azienda, gli utenti possono rintracciare la polvere, eseguire la gestione dell’inventario e utilizzare un sistema che rende il tracciamento più semplice e robusto come processo.

Destinato principalmente alle grandi aziende manifatturiere, ma anche alle università, il software ha alcuni trucchi convenienti come una funzionalità di stampa e lettura QR che consente agli utenti di attaccare le proprie etichette su tutto. So da conoscenti che la profusione o la mancanza di etichette è spesso un fastidio. Ora, gli scanner palmari o telefonici possono leggere una linea di produzione o i codici a barre QR del laboratorio per comunicare rapidamente una scatola, un barattolo o un pellet. Il sistema consente agli utenti di visualizzare quantità, date, materiali, condizioni di conservazione e disponibilità.

Jeol ha detto che ti consente anche di eseguire una “genealogia, un albero genealogico, per vedere, in base a una parte, da dove proviene, con quale polvere, dove è stata immagazzinata, dove è stata fabbricata e in quali scatole”. Può anche essere utilizzato per tenere traccia dei campioni o dei test batch, con gli utenti in grado di tornare indietro per identificare parti o polveri che non hanno superato i test. Gli utenti possono anche fare affidamento su strumenti di pianificazione per monitorare la frequenza con cui una polvere viene riciclata e combinarla con la pianificazione dei lavori, in modo che un lavoro pianificato non sia in grado di utilizzare una polvere riciclata più di quattro volte, ad esempio. Sono molto fiducioso sullo strumento di gestione delle polveri di 3DTrust e consiglierei di esaminarlo se lavori in un ambiente di stampa in metallo di produzione. Sembra essere una tecnologia intuitiva che fa risparmiare tempo.

Be the first to comment on "3DTrust rilascia una soluzione intelligente di gestione delle polveri per il controllo di qualità"

Leave a comment