3DPrinterOS e Microsoft Azure

La piattaforma di condivisione e condivisione delle stampanti basata su cloud 3DPrinterOS , numero 1 nella gestione delle stampanti 3D cloud, è stata lanciata nel 2015  ed è cresciuta rapidamente. Sostenuta da Silicon Valley, è il sistema operativo superiore per la stampa 3D, ed è utilizzato da migliaia di studenti in alcuni dei più prestigiosi campus universitari negli Stati Uniti, tra cui Yale, Harvard, e il duca , con riconoscibili di marca aziende come Kodak e Bosch.

La piattaforma offre molte funzionalità utili, come la modifica e la sezionatura, sia di base che avanzate e di condivisione, in modo che qualsiasi stampante 3D possa connettersi al cloud. Offre anche integrazioni di stampa CAD nativa per Web 3D per strumenti di progettazione di Autodesk, Dassault Systèmes, Onshape e Siemens.

Grazie alla sua rapida espansione, 3DPrinterOS, una delle sei startup Microsoft scelte per la visualizzazione in Microsoft Build quest’anno, ha preso la decisione di  aggiornare significativamente le sue funzionalità due anni fa e ha annunciato che stava spostando la sua piattaforma SaaS di produzione in tempo reale per la  piattaforma cloud  Microsoft Azure .

Questo switch ha contribuito ad ampliare la portata globale dell’azienda e Azure supporta anche un’ampia varietà di sistemi operativi, database, linguaggi di programmazione, framework, strumenti e dispositivi, così le persone e le aziende in luoghi oscuri, utilizzando apparecchiature oscure, possono comunque accedere a 3DPrinterOS Rete.

Ora, Microsoft Azure e 3DPrinterOS stanno costruendo su questa partnership esistente: i due hanno annunciato un nuovo pacchetto software di stampa 3D, che è la prima piattaforma di gestione della stampante 3D conforme alle I / T a livello mondiale.

“Il nostro obiettivo era rendere incredibilmente facile per le aziende che già utilizzano Azure condividere stampanti e file 3d in un’intera azienda senza timore di violare I / T e regole di conformità”, ha spiegato John Dogru, CEO di 3DPrinterOS. “Le aziende possono ora implementare una piattaforma di stampa 3D agnostica a livello mondiale.

” Quello che abbiamo imparato parlando ai nostri clienti, è che vogliono una piattaforma di gestione della stampante 3D compatibile con I / T neutrale e un team collaudato in grado di integrare ogni produttore di stampanti, ora e in futuro.”

Negli ultimi vent’anni, secondo Dogru, l’industria della stampa 3D è stata “tormentata dall’incompatibilità”, poiché un numero ancora maggiore di produttori di hardware sta sviluppando software a vantaggio delle proprie macchine specifiche, proprio come nell’era dei computer mainframe e dei word processor. Microsoft ha dato il via alla rivoluzione del computing dando a migliaia di sviluppatori la possibilità di creare applicazioni su un’unica piattaforma comune. Ora che 3DPrinterOS è direttamente integrato, I / T è in grado di gestire utenti in tutto il mondo utilizzando Microsoft Active Directory.

Dogru ha condiviso con 3DPrint.com, ” Quando guardiamo alle mega tendenze del mondo, il software sta passando al cloud, il sistema operativo si sta spostando verso il cloud e la potenza della stampa 3D diretta in tempo reale è stata dimostrata in molti dei casi di studio nelle migliori università utilizzando 3DPrinterOS. Ora, le aziende vogliono la stessa tecnologia, immediatamente distribuita a migliaia di ingegneri, senza restrizioni. ”

Secondo RightScale , l’azienda media utilizza circa 5-7 cloud pubblici e privati. Con il nuovo pacchetto Azure-3DPrinterOS, il 14% delle istituzioni e il 90% delle aziende Fortune 500 che già utilizzano Azure potranno immediatamente utilizzare l’innovativa piattaforma di stampa 3D 3DPrinterOS.

“Abbiamo scelto di lavorare con 3DPrinterOS perché il loro software di stampa 3D copre la più ampia quantità di macchine”, ha affermato Jim Brisimitzis, General Manager di Microsoft Startups e Director di xMicrosoft Ventures. “In combinazione con i nostri cloud privati ​​e pubblici di Azure, questo semplifica il modo in cui le aziende di tutte le dimensioni possono gestire stampanti e utenti.”
Il nuovo bundle tra Microsoft Azure e 3DPrinterOS è arrivato poco dopo Azure ha registrato una crescita fenomenale nel 2017; la piattaforma cloud del governo di Azure ha persino ottenuto l’autorizzazione da parte dell’Autorità per l’ottenimento di certificazioni da parte sia dell’Aviazione statunitense che dell’immigrazione e delle dogane statunitensi.

Con l’obiettivo generale di ridurre drasticamente lo sforzo necessario per distribuire la stampa 3D in sicurezza all’interno delle aziende, il pacchetto offre agli utenti di Azure cloud la possibilità di condividere stampanti e file 3D con qualsiasi collaboratore tramite una connessione intranet aziendale – semplificando l’utilizzo e la gestione dei reparti IT mantenere i sistemi.

Inoltre, gli utenti possono anche gestire in sicurezza le stampanti 3D e altri utenti con una soluzione I / T pre-approvata, poiché 3DPrinterOS è in grado di sfruttare la conformità FedRAMP, HIPAA, ISO 27001, SOC 1 e SOC 2 del cloud Azure . Infine, il nuovo pacchetto consente di stampare in 3D, gestire gli utenti e vedere la produzione, tutto in tempo reale. Ora, migliaia di ingegneri possono accedere alla rete 3DPrinterOS attraverso le connessioni intranet aziendali, rendendo possibile la stampa in sicurezza di parti in 3D su richiesta da qualsiasi luogo in un’azienda in tutto il mondo.

Be the first to comment on "3DPrinterOS e Microsoft Azure"

Leave a comment