3DFils presenta abFil una linea di materiali filamentosi antibatterici per la stampa 3D

3DFils presenta la linea di filamenti di stampa 3D antibatterici agli ioni d’argento

In collaborazione con il Parco Scientifico dell’Università Miguel Hernandez (PCUMH) di Elche, 3DFils con sede in Spagna ha sviluppato una linea di materiali filamentosi antibatterici per la stampa 3D . Chiamata abFil , la nuova linea di materiali supporterà la stampa di parti riutilizzabili per applicazioni in dispositivi o apparecchiature mediche e in generale per migliorare la sicurezza in ambienti a rischio o salute.

L’azienda ha aggiunto ioni d’argento alla composizione chimica del filamento a base di TPU o PLA, che conferisce al materiale la capacità aggiuntiva di proteggere dai batteri. L’argento è noto per le sue proprietà antibatteriche, poiché i suoi ioni possono penetrare nei batteri, come Aspergillus niger, Campylobacter, Escherichia coli, Klebsiella pneumoniae, Legionella, Listeria monocytogenes, Staphylococcus Aureus o Salmonella enteritidis, solo per citarne alcuni, per distorcere e inibire il batterio. processo di replica. Pablo Valero, capo delle operazioni, ha spiegato il loro uso dell’argento, un “ eccellente antisettico ”, dicendo:

“I principali vantaggi dell’argento come agente antibatterico sono la sua efficacia contro un ampio spettro di agenti batterici, il suo effetto duraturo nel tempo, la sua eccellente compatibilità con la pelle o il suo effetto curativo. Questi ioni sono totalmente sicuri e innocui per l’essere umano e consentono di sterilizzare i filamenti con metodi diversi ”, assicura Valero.

I filamenti abFil sono stati testati in un laboratorio indipendente ei risultati hanno mostrato che oltre il 99% dei batteri è stato eliminato. Oltre ad essere efficace e sicuro per l’uso umano, l’uso dell’argento consente di sterilizzare il filamento con diversi metodi.

La sterilizzazione richiede solitamente temperature intorno ai 120 ° C per gli oggetti in plastica (nelle autoclavi di laboratori scientifici o medici). Tuttavia, il riscaldamento ripetuto può degradare nel tempo la struttura del materiale plastico. Con i filamenti antibatterici, il tempo di sterilizzazione e la frequenza di sterilizzazione possono essere ridotti e il componente antibatterico, rame o argento, fornisce uno scudo attivo che fornisce protezione in modo naturale. Tale filamento aggiungerebbe proprietà antibatteriche intrinseche e aumenterebbe l’usabilità o la riutilizzabilità di forniture mediche, apparecchiature e dispositivi. Questi sarebbero particolarmente rilevanti per i componenti con elevata complessità geometrica, con aree tipicamente difficili da pulire o sterilizzare.

Il filamento abFil è certificato con ISO 22196, uno standard per misurare l’attività antibatterica su una superficie plastica o non porosa. È già stato applicato nella stampa 3D di occhiali e maschere protettive in collaborazione con organizzazioni che lavorano con PCUMH a Elche, in Spagna. Utilizzando il materiale antibatterico, sono stati realizzati più di cento occhiali protettivi per migliorare la sicurezza dei volontari della distribuzione alimentare. In quanto tale, 3DFils si unisce alla rete di aziende che collaborano con PCUMH e governi locali, come la Generalitat Valenciana, per supportare l’innovazione che aiuterà a combattere la diffusione del coronavirus, a livello locale e globale.

Notevoli progressi sono stati compiuti di recente nello spazio antibatterico e antimicrobico. Diversi prodotti di filamenti sono stati sviluppati utilizzando un materiale di base in combinazione con additivi antibatterici o antimicrobici , nonché in materiali in polvere o liquidi nella stereolitografia, sinterizzazione laser selettiva, binder jetting, fusione con fascio di elettroni e fusione laser selettiva, come descritto in questo documento pubblicato in Nature all’inizio di quest’anno . È interessante notare che le proprietà antimicrobiche / batteriche possono essere sviluppate attraverso diversi approcci, sia alterando la rugosità superficiale per sviluppare proprietà antiadesive, sia mediante modifica chimicaaggiungendo metalli con proprietà biocide, come rame, zinco, o l’argento più comunemente usato, o anche resine vegetali naturali .

In precedenza, Copper3D si era specializzato nello sviluppo di filamenti antimicrobici che respingono o prevengono naturalmente lo sviluppo di microbi. Hanno utilizzato un additivo nano-rame brevettato per garantire, come da affermazione sul loro sito Web, che oltre il 99,99% di funghi, virus, batteri e un’ampia gamma di organismi vengono eliminati entro 24 ore. Il filamento si chiama PLACTIV ed è particolarmente rilevante per le applicazioni mediche sulla terra e nello spazio. La NASA ha studiato PLACTIVE di Copper3D per l’uso nella produzione di apparecchiature mediche nello spazio .

Dato che le aziende possono usarli in modo intercambiabile, è fondamentale conoscere la differenza tra filamenti anticmicrobici e antibatterici. Il primo fornisce protezione contro una serie di batteri, virus, funghi e altri microbi, mentre il secondo è specificamente mirato a mantenere il materiale libero da batteri. I filamenti antimicrobici sono più efficaci e forniscono la massima protezione contro i microbi in generale, tuttavia i filamenti antibatterici forniscono una protezione specifica contro la contaminazione delle superfici da parte dei batteri. Entrambi questi aspetti sarebbero tanto più rilevanti in quanto il mondo colpito dalla pandemia diventa sempre più consapevole dei virus o dei batteri e ne impedisce la diffusione. Con la disponibilità di innovazioni materiali come queste, è possibile introdurre queste proprietà direttamente nel materiale e nella parte stessa.

Be the first to comment on "3DFils presenta abFil una linea di materiali filamentosi antibatterici per la stampa 3D"

Leave a comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi