3D Systems ha annunciato i risultati finanziari per il primo trimestre 2020

.

I ricavi totali per l’azienda durante il primo trimestre 2020 sono stati segnalati a $ 134,7 milioni, in calo dell’11,4% rispetto ai $ 152,0 milioni nello stesso periodo dell’anno scorso. Il calo delle entrate è stato attribuito alla pandemia di COVID-19, che ha avuto un impatto negativo sui risultati nei diversi segmenti di business di 3D Systems.

Tuttavia, per combattere l’impatto economico della pandemia, Vyomesh Joshi, presidente e CEO di 3D Systems, spiega che la società ha ridotto le sue spese e ha conservato liquidità: “COVID-19 ha presentato sfide senza precedenti a livello globale, quindi abbiamo chiesto ai nostri clienti e partner per aiutare ad affrontare queste sfide con la stampa 3D. Nel corso delle ultime settimane abbiamo visto applicazioni della nostra tecnologia e software utilizzate per supportare gli sforzi di COVID-19, dalle parti del ventilatore alle attrezzature di protezione personale ai tamponi nasali “, commenta Joshi.

“IN QUESTO AMBIENTE INCERTO ABBIAMO GESTITO LA SOCIETÀ CONTINUANDO A RIDURRE LE SPESE E PRESERVANDO LA LIQUIDITÀ, E CREDIAMO CHE SAREMO BEN POSIZIONATI QUANDO IL MERCATO TORNERÀ”.

Nella richiesta di utili con investitori e analisti, Joshi approfondisce ulteriormente l’impatto di COVID-19 e la risposta dei sistemi 3D, nonché i modi in cui la società sostiene la battaglia in prima linea contro la pandemia.

I ricavi di 3D Systems sono riportati in due divisioni: Prodotti e servizi. Il primo rappresenta i ricavi dell’azienda generati da stampanti 3D, software e materiali. I servizi comprendono le entrate derivanti dalle soluzioni sanitarie di 3D Systems e le capacità di produzione on-demand generali dell’azienda.

Nel primo trimestre del 2020, le entrate relative ai prodotti sono state registrate a $ 78,8 milioni, in calo del 13,5% rispetto al dato del primo trimestre 2019, che era di $ 92,3 milioni. Con un calo inferiore rispetto al segmento Prodotti, i ricavi dei Servizi 3D Systems nel primo trimestre 2020 sono diminuiti del 6,3% a $ 55,9 milioni, da $ 59,6 milioni nello stesso periodo dell’anno scorso.

ricavi Q1 2020 Q1 2019 Varianza $ milioni %
Prodotti 78.809 92.347 -13.538 -14,66%
Servizi 55.896 59.633 -3737 -6,27%
Entrate totali 134.705 151.980 -17.275 -11,37%
Nella divisione Prodotti, le entrate delle stampanti 3D sono diminuite del 35,5 percento per il primo trimestre 2020, mentre le entrate dei materiali sono diminuite dello 0,1 percento. Anche le entrate del software sono diminuite del 7,7% nel primo trimestre 2020, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso.

Nel segmento dei servizi di sistemi 3D, le entrate delle soluzioni sanitarie sono diminuite del 7,3% nel primo trimestre 2020. Inoltre, le entrate dei servizi on demand sono diminuite del 12,8%.

Impatto di COVID-19

Discutendo del significativo calo delle entrate della stampante 3D durante la telefonata agli utili, Joshi spiega che è stato influenzato dagli effetti della pandemia di COVID-19 sulla domanda degli utenti finali nel settore aerospaziale, automobilistico e sanitario. Joshi evidenzia anche l’industria dentale e della gioielleria, mercati chiave per le stampanti 3D SLA di 3D Systems: “Quando si pensa alle stampanti SLA, le stampanti per l’odontoiatria, abbiamo parlato del rallentamento del mercato dentale. Anche il mercato dei gioielli, perché questa è una categoria che non consumerà molto materiale, perché è un articolo che la gente non comprerà realmente nell’attuale ambiente molto difficile. ” Nel primo trimestre del 2020, 3D Systems ha lanciato un pacchetto per la sua piattaforma di stampa 3D di Figura 4 appositamente per il mercato dei gioielli stampati in 3D, inclusi hardware, software e materiali.

Poiché l’attività manifatturiera in generale ha avuto un impatto negativo, Joshi suggerisce che le nuove licenze software hanno avuto un trimestre difficile. Nella richiesta di utili, Joshi evidenzia il rallentamento del mercato automobilistico in quanto ha un impatto particolarmente forte sul software Cimatron di 3D Systems per produttori di stampi, matrici e utensili.

Come tale, Joshi osserva che 3D Systems sta attualmente lavorando per ottimizzare la sua struttura dei costi per combattere l’impatto economico della pandemia: “Quando inizieremo a vedere l’impatto di COVID, [ci] concentreremo ancora di più sulla struttura dei costi. In mezzo alla pandemia, i nostri dirigenti e membri del consiglio [hanno preso una] riduzione del 10% delle retribuzioni e la maggior parte dei dipendenti sta assumendo un numero limitato di dipendenti. Abbiamo eliminato alcuni programmi di ricerca e sviluppo e abbiamo notevolmente ridotto le assunzioni “.

Un argomento chiave dell’invito si è concentrato sui vantaggi della produzione additiva tra le interruzioni in atto nelle catene di approvvigionamento globali, dove è stato utilizzato per aiutare a produrre apparecchiature DPI e forniture di base per ambienti sanitari. Delineando la risposta di 3D Systems alla pandemia , Joshi afferma: “Nelle ultime settimane abbiamo visto applicazioni della nostra tecnologia e software utilizzate per supportare gli sforzi di COVID-19. A causa della carenza di dispositivi di protezione individuale, i nostri dipendenti volevano concentrarsi su un’area ad alto impatto […] Abbiamo progettato e sviluppato il nostro telaio per schermi facciali ad alta efficienza nel corso di 2 giorni e le nostre stampanti possono produrre 100 schermi facciali ogni 24 ore.” Inoltre, le stampanti 3D di 3D Systems sono state utilizzate anche per produrre valvole di ventilazione e tamponi nasali.

Guardando al futuro, non è chiaro determinare l’impatto a lungo termine di COVID-19, ma Joshi spiega che i risultati a breve termine di 3D Systems continueranno ad essere influenzati. Pertanto, l’obiettivo attuale dell’azienda è la generazione di cassa e l’ottimizzazione dei costi.

Be the first to comment on "3D Systems ha annunciato i risultati finanziari per il primo trimestre 2020"

Leave a comment