3D Printhuset BOD2

3D Printhuset presenta la stampante 3D per costruzioni BOD2

Uno dei leader del movimento di costruzione nella stampa 3D è stata 3D Printhuset . Alla fine dello scorso anno, la società danese ha completato la stampa 3D su Building on Demand, o BOD, il primo edificio stampato in 3D in Europa per rispettare i severi codici di costruzione europei. Recentemente, 3D Printhuset ha sviluppato la stampante 3D per costruzioni BOD2, una versione aggiornata del BOD1 originale utilizzato per stampare in 3D l’edificio. Il BOD2 è 10 volte più veloce del suo predecessore e ha impressionato tanto l’organizzazione belga Kamp C che ha assegnato a 3D Printhuset la prima gara europea mai realizzata per una stampante per costruzioni 3D. A 3DPrint.com abbiamo deciso di intervistare il team di 3D Printhuset per saperne di più.

Kamp C è un centro di sostenibilità e innovazione nel settore dell’edilizia. La sua missione include la diffusione dell’uso della tecnologia di stampa 3D nelle costruzioni, in particolare nella regione delle Fiandre del Belgio, e ha scelto il BOD2 su molti altri contendenti.

“Avevamo – di gran lunga – il prezzo più basso dei concorrenti”, ha dichiarato Henrik Lund-Nielsen, CEO di 3D Printhuset, a 3DPrint.com. Ovviamente questo di per sé insieme alla valutazione che anche tecnicamente avevamo la migliore stampante era importante, ma in cima significava anche che Kamp C alla fine decise per una versione ancora più grande (444) della nostra stampante, di quanto originariamente proposto (versione 333) “.
Il BOD2 modulare consente ai clienti di scegliere tra diverse dimensioni di stampante; Kamp C ha scelto la versione 444 che può stampare in 3D edifici fino a 9,5 metri di lunghezza e larghezza e 8,3 metri di altezza. La stampante 3D di nuova concezione è più veloce e più robusta del BOD1 e crea una finitura superficiale più liscia grazie all’uso di un ugello di stampa quadrata piuttosto che uno rotondo. Può stampare a 30 cm al secondo, ha tre telecamere per supervisionare la stampa e dispone di un sistema di materiali aperti.

“Seguendo il nostro progetto BOD abbiamo ricevuto molte richieste per la consegna di più formati di stampanti”, ha dichiarato Michael Holm, Development Manager di 3D Printhuset. “Sapevamo quindi che la nuova stampante BOD2 doveva essere modulare in modo tale che sarebbe molto facile per i nostri clienti trovare rapidamente la stampante con le dimensioni che desideravano. Sapevamo anche come migliorare questa seconda versione, poiché abbiamo imparato moltissime cose dal fare The BOD con la nostra prima stampante. ”
Secondo 3D Printhuset, BOD2 è la stampante 3D per costruzioni più veloce al mondo, in grado di spostare la testina di stampa a 1 metro al secondo. A questa velocità, il BOD avrebbe potuto essere stampato in 3D in poche ore – e questa è una dichiarazione impressionante proveniente da 3D Printhuset, che ha reso un punto per confutare gran parte degli “edifici stampati in 3D in ore!” stampa.

“Con una tale velocità, la stampante estruderà quasi 10 tonnellate di calcestruzzo all’ora. Questa è una quantità incredibile “, ha detto il direttore tecnico 3D di Printhuset Jakob Jørgensen. “Tuttavia, resta da vedere quanto di questa fantastica velocità i nostri clienti siano effettivamente in grado di utilizzare nella pratica avendo in mente che le ricette e le attrezzature per la movimentazione dei materiali devono essere in grado di abbinare tale velocità. Finora abbiamo visto stampe con una velocità fino a 30 cm al secondo, ma con l’aumentare della esperienza dei nostri clienti, crediamo che saranno in grado di utilizzare ancora più della velocità che la nostra stampante offre loro “.
3D Printhuset ha inoltre sviluppato un corso di stampa 3D per diffondere ulteriormente la conoscenza della stampa di costruzioni 3D e ha anche pubblicato un calcolatore del prezzo della parete  per aiutare i clienti a determinare il costo esatto degli edifici di stampa 3D. Le parti interessate possono iscriversi al corso di stampa 3D, che si svolgerà il 18 settembre qui .

“Dalle centinaia di richieste e visite che abbiamo ricevuto da potenziali clienti, abbiamo appreso che in particolare due problemi stavano trattenendo i clienti: mancanza di conoscenza relativa alla stampa 3D delle costruzioni e all’incertezza dei costi legati alla stampa 3D delle costruzioni”, ha affermato Asger Dath , 3D Printhuset Communication Manager. “Abbiamo quindi sviluppato lo strumento del prezzo di costo, a cui abbiamo dato accesso pubblico, e i corsi aperti. L’accoglienza per entrambi è stata molto positiva e stiamo organizzando il prossimo corso aperto dopo l’estate a metà settembre, dove ci aspettiamo un altro evento completamente prenotato “.

Be the first to comment on "3D Printhuset BOD2"

Leave a comment